Tutto è connesso

Prosegue fino al 9 gennaio 2011 presso il Museo d’Arte Contemporanea Castello di Rivoli (Torino) la rassegna Tutto è connesso. ricerche e approfondimenti nell’arte dell’ultimo decennio attraverso la collezione, a cura di Beatrice Merz.
Un inedito percorso espositivo si snoda lungo le sale del primo e secondo piano del Castello, in parte riallestite con la collaborazione degli stessi artisti, raccogliendo opere provenienti dalla collezione permanente e recenti acquisizioni, molte delle quali esposte per la prima volta.

 

Tutto è connesso è stata ideata in modo da costituire un percorso espositivo ragionato basato sulle opere della collezione permanente e divenirne il nuovo allestimento. A questo scopo, nel progetto curatoriale sono stati coinvolti direttamente artisti che, partendo dai lavori in collezione, hanno riallestito le loro opere integrandole e suggerendone accostamenti inediti. 

Il Castello di Rivoli è conosciuto a livello internazionale sia per la propria attività espositiva, sia per la collezione permanente allestita in sale storiche e di alta valenza architettonica. In questo singolare contesto, uno dei pochi al mondo, la creatività contemporanea viene ancor più esaltata attraverso il dialogo e il contrapporsi tra le opere e gli spazi storici.

Nel corso degli anni la collezione si è arricchita di opere e grandi installazioni: alcune sale che hanno segnato la storia del museo come quelle di Richard Long e di Sol LeWitt, in occasione della mostra, diventeranno protagoniste di ulteriori sviluppi. A distanza di una trentina d’anni, verrà presentata in un nuovo allestimento l’installazione di Nicola De Maria realizzata nel 1985 in occasione della personale curata da Rudi Fuchs.

Tutto è connesso presenta altresì recenti acquisizioni, molte delle quali esposte per la prima volta, sia di affermati maestri sia di artisti appartenenti alle nuove generazioni, offrendo al visitatore un percorso attraverso le più significative ricerche artistiche dell’ultimo decennio. Tra gli artisti segnaliamo Giovanni Anselmo, Tacita Dean,  Hamish Fulton, Mona Hatoum, Giulio Paolini, Giuseppe Penone, Michelangelo Pistoletto, Simon Starling. Il pubblico avrà modo di vedere per la prima volta al Museo i lavori ENTRY DENIED (A Concert in Jerusalem), 2003 di Emily Jacir, The Nature of The Beast, 2009 di Goshka Macuga e The Internationale, 1999 di Susan Philipsz, acquisiti recentemente grazie al contributo della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT.

 

 

SCHEDA EVENTO

Tutto è connesso
Ricerche e approfondimenti nell’arte dell’ultimo decennio attraverso la collezione

Curatore
Beatrice Merz

Periodo
8 giugno 2010 – 9 gennaio 2011

Luogo
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea
Piazza Mafalda di Savoia – 10098 Rivoli (Torino)

Orari
da martedì a giovedì ore 10.00 – 17.00
venerdì, sabato e domenica ore 10.00 – 21.00

Ingresso
€ 6.50 intero, € 4.50 ridotto

Servizi didattici
Dipartimento Educazione
tel. 011.9565213 – fax 011.9565232
e-mail: educa@castellodirivoli.org

Informazioni 
tel. 011.9565220
www.castellodirivoli.org
e-mail: info@castellodirivoli.org

Evento inserito in
ContemporaryArt Torino Piemonte

 

 

Nell’immagine di apertura:
Marzia Migliora
Pier Paolo Pasolini 2009, 2009
acciaio inox lucidato a specchio
15 x 800 cm
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Rivoli (Torino)
Deposito a lungo termine
Collezione dell’artista 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico