Trasformazioni urbane, il progetto Cronotopia menzionato a Europan12 Finland

Il progetto Cronotopia, elaborato da NEOSTUDIO con il gruppo HC2M dell’Università degli studi di Genova, ha ricevuto una menzione speciale al concorso internazionale di idee Europan12 Finland, con una proposta per la città di Kuopio.

 

Il tema di Europan12,  Adaptable City – Inserting Urban Rhythms, era incentrato sulle trasformazioni urbane, sull’esigenza di ridurre l’impatto ambientale e di far fronte alla crisi energetica, operando sia sulla morfologia delle città che sul loro “metabolismo”, immaginando luoghi più adattabili agli scenari contemporanei. Ciò richiede un approccio in cui la fusione delle dimensioni spazio-temporali consenta di prevedere progetti temporanei, usi diversi per luoghi diversi in tempi diversi, una rigenerazione che promuove una città più sostenibile, flessibile e accessibile.

 

Tra le numerose location, alla città di Kuopio, in Finlandia, è stato associato il tema In-between Time, riferendo l’adattabilità a processi che offrono al progetto possibilità creative di gestire diverse incognite sul lungo periodo. Come può il “periodo di attesa” prima della realizzazione del progetto essere strutturato in modo da innescare diversi scenari, coinvolgere più soggetti e, in ultima analisi, modificare la vision iniziale?

 

Il team di progettisti dà una risposta alle tematiche della città contemporanea, attraverso Cronotopia, una profonda riflessione sul rapporto tra le tracce della forma urbana e la necessità di programmi adattabili al dinamismo degli scenari urbani del futuro.

 

Attraverso l’analisi del contesto, è stata riconosciuta la necessità di risolvere la frammentazione esistente attraverso la prosecuzione della griglia urbana e ridefinire la cintura verde esistente ai limiti superiori del centro urbano. Kuopio diventa così il contesto di una proposta radicale basata sulla definizione di un’infrastruttura abitabile capace di reinterpretare i temi modernisti della megastruttura e della prefabbricazione.


Cronotopia è una potente macchina urbana che, muovendosi sui tre concetti di griglia urbana, connettività e cintura verde, va a ricucire lo iato urbano esistente tra centro e periferia attraverso l’uso di tre elementi compositivi e funzionali: “hardware”, “software” e “devices”.
L’“hardware” si risolve in una megastruttura sovraordinata cruciforme composta da due bracci lineari. Essa agisce qualificandosi come landmark urbano in grado di rispondere a richieste residenziali, lavorative e relative a mobilità dolce e pesante: un dispositivo che misura i quartieri limitrofi attraverso un sistema di tre piani costituiti da un piano terra libero e permeabile, una rue intérieure carrabile, un livello residenziale e una promenade ciclopedonale en plein air.
Un gesto radicale che incontra la gerarchia urbana attraverso sette oggetti scultorei puntuali situati in aree strategiche. Agendo quale implementazione dell’hardware, questi sette “devices” declinano la gestualità radicale del landmark urbano agendo quali potenti macchine in grado di sviluppare densità programmatico-funzionale e modulare i ritmi urbani.

 

Nel tentativo di fornire una risposta all’adattabilità, Cronotopia è concepita come una proposta architettonica accompagnata da un programma crono-spaziale in grado di reagire alle possibilità di evoluzione o devoluzione del sistema urbano. Per questo è stato definito un abaco di componenti prefabbricate definite “software”. Tali elementi, declinazione contemporanea della Maison Domino di Le Corbusier, si risolvono in strutture componibili modulari prefabbricate pronte a rispondere a tutti i quesiti richiesti dal dinamismo urbano presente e futuro.
Grazie alla giustapposizione in diversi schemi urbani, i “software” definiscono un numero di diverse composizioni funzionali che aprono il programma ad una serie di scenari futuri.
La dialettica tra la rigidità della scala urbana e la temporaneità della composizione dei “software” mostra come Cronotopia, nella sua particolare declinazione di adattabilità, sia in grado di ristabilire le gerarchie urbane della nuova Kuopio.

 

Secondo il parere della giuria, “il progetto, pur rispondendo solo in parte alle finalità del concorso, appare immediatamente di grande interesse e fascino. La proposta, apparentemente troppo teorica per risolvere tutte le problematiche urbane con pochi tratti di penna, rivela, approfondendo le idee sottese al progetto, come effettivamente questi pochi tratti diano origine a una grande potenziale varietà di soluzioni e come lo sviluppo delle idee riveli una promettente razionalità. […] Il progetto è perfettamente rappresentato, gli schemi tipologici sono accattivanti e l’approccio generale è assolutamente fresco e innovativo”.


a cura di Federica Maietti


SCHEDA PROGETTO
Cronotopia

Europan12 Finland | Menzione speciale


Luogo
Kuopio, Finlandia

 

Capogruppo

NEOSTUDIO

 

Progettisti

Eleonora Burlando, Riccardo Miselli

 

Gruppo di progettazione
HC2M
Gloria Castellini, Guya Di Bella, Boris Hamzeian, Olmo Martellacci, Nicola Masotti, Cristina Parodi, Enrico Salvo, Fabio Stranieri, Silvia Torterolo | Università degli studi di Genova

 


Per ulteriori informazioni
www.hc2m.eu
www.neostudio.info

 

Nell’immagine di apertura, render del progetto Cronotopia di NEOSTUDIO + HC2M

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico