The future is green: a Ingenhoven architects medaglia d’argento al Premio Architettura Sostenibile

The Future is green è il titolo della lectio magistralis che l’architetto Christoph Ingenhoven ha tenuto lo scorso 25 giugno alla Facoltà di Architettura di Ferrara, in apertura della cerimonia di premiazione della IX edizione del Premio Internazionale Architettura Sostenibile, che ha visto il conferimento della medaglia d’argento ex aequo allo studio tedesco Ingenhoven architetti per il progetto 1 Bligh tower a Sidney. Situato nel cuore del distretto finanziario di Sidney, l’alta torre di 139 metri combina design, tecnologia e sostenibilità mentre la geometria compatta e la lieve posizione ruotata dell’edificio aprono la vista al  famoso Harbour Bridge.

 

L’ingresso principale con la sua lobby al piano terra costituiscono un polo di attrazione per le varie attività che si snodano nella zona assieme a due bar utilizzati per informali meeting di affari. Tra i servizi particolari offerti ci sono aree gioco per bambini e una nursery oltre a spogliatoi per gli utenti più sportivi.
All’interno della torre si eleva un volume vetrato a tutta l’altezza che garantisce il raffrescamento e l’aerazione naturale dell’edificio, creando una percezione di spazio aperto e favorendo la comunicazione nonché la connessione visiva tra i vari piani dell’edificio.
Oltre a questo importante vuoto interno l’edifico è caratterizzato da un giardino d’inverno collocato al quindicesimo piano con vista sul porto e da una terrazza sul tetto al ventottesimo piano.

 

La pianta ellittica, grazie a un migliore apporto di luce solare, garantisce un’efficienza energetica superiore del 12% rispetto ad un analogo edifico a pianta rettangolare.
1 Bligh è il primo edificio per uffici nell’emisfero australe concepito con una facciata che funziona come una doppia pelle vetrata ove lo strato esterno protegge un sistema di frangisole a controllo computerizzato.
Le scelte tecnologiche green sono state guidate dalla volontà di raggiungere il livello massimo del sistemi di certificazione australiani Green Star Certified Rating e NABERS Energy Rating. I materiali inerti utilizzati sono per il 20% riciclati per quanto riguarda il calcestruzzo, mentre il 41% del cemento richiesto per le strutture è stato sostituito con sottoprodotti di lavorazioni industriali e il 90% dell’acciaio utilizzato contiene materiale riciclato al 50%; il legname impiegato è stato rigenerato da precedenti applicazioni o comunque certificato FSC.
1 Bligh è dotato di un sistema di generazione integrato on site che produce energia elettrica, riscaldamento e raffreddamento partendo dall’apporto combinato di gas ed energia solare. A completare l’approccio green degli impianti tecnologici si aggiunge un insieme di impianti che riduce del 90% l’emissione di acque reflue grazie ad un sistema di recupero delle acque piovane o al trattamento delle acque bianche di scarico che vengono successivamente utilizzate per l’irrigazione o per alimentare il sistema di raffreddamento dell’edificio.

 

Secondo il parere della giuria, “la torre per uffici 1 Bligh definisce nuovi standards per gli edifici terziari a sviluppo verticale, combinando, senza contraddizione alcuna, un linguaggio architettonico moderno con un approccio sostenibile e tecnologicamente innovativo. […] Grazie alla presenza di un atrio a tutta altezza la torre sfrutta la ventilazione naturale, generata per effetto camino, come strategia di climatizzazione efficiente […]. L’utilizzo di un involucro di facciata a doppia pelle in vetro ottimizza il comportamento energetico dell’edificio grazie inoltre a un’ulteriore pelle esterna vetrata che filtra l’irraggiamento solare diretto. L’adozione di un innovativo sistema di tri-generazione (in grado di fornire energia per il riscaldamento, il raffrescamento e l’illuminazione artificiale tramite l’uso di gas e energia solare), e l’impiego di notevoli quantità di materiali riciclati, hanno consentito all’edificio di ottenere i più alti livelli di certificazione energetica e sostenibilità ambientale, dimostrando l’eccellente livello progettuale”.

 

SCHEDA PROGETTO
1 Bligh
Concorso internazionale, 2006 – primo premio

 

Localizzazione
Sydney, Australia

 

Committente
Dexus Property Group, Sydney

 

Progettisti
Ingenhoven architects + Architectus

 

Realizzazione
2009 – 2011

 

Per ulteriori informazioni
www.ingenhovenarchitects.com

 

Nell’immagine di apertura, vista dall’alto della 1 Bligh tower a Sidney, Ingenhoven architects. Foto © H.G. Esch

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico