The Biggest Project

L’uomo più grande del mondo è un racconto illustrato per grandi e piccoli. La prima edizione, in doppia lingua italiano e inglese con illustrazioni dell’autrice, Valentina Mion, risale al 2013, pubblicata grazie al programma ilmiolibro di Feltrinelli.

The Biggest Project nasce dalla volontà di creare una seconda edizione del racconto, una nuova versione, un po’ più “grande” e un po’ più speciale. 32 illustratori diversi, giovani e talentuosi artisti da diversi paesi del mondo, hanno illustrato la storia senza essere a conoscenza del lavoro degli altri creando 32 opere d’arte. 32 tra traduttori professionisti e volontari madrelingua, hanno tradotto e interpretato il racconto dandogli vita nuova.

Il risultato è una sconfinata e spontanea collaborazione tra più di 70 persone provenienti da tutto il mondo. Un unico libro che raccoglie 32 diverse versioni, per un totale di oltre 100 illustrazioni originali. Un progetto che celebra l’interculturalità del nostro tempo, diretto a stimolare la coesistenza delle differenze come elemento di ricchezza e l’importanza delle singolarità per il raggiungimento di un obiettivo comune.

The Biggest Project vuole essere un’esperienza fantastica per tutti coloro che vi hanno partecipato e una gioia per l’autrice, che ha potuto godere appieno dell’entusiasmo di tutte le parti coinvolte.

Ho intrapreso questo enorme progetto senza grandi aspettative. Si trattava più che altro di un sogno, riuscire a far lavorare insieme tante persone diverse provenienti dai luoghi più disparati del nostro pianeta. 70 persone meravigliose, lo hanno reso possibile. E senza che me ne rendessi conto, il sogno è diventato realtà”. Dalla voce dell’autrice Valentina Mion.

Per realizzare The Biggest Project sarà lanciata una campagna di crowdfunding nella seconda metà di aprile sulla piattaforma Kikstarter.com. “L’uomo più grande del mondo” è la storia di un incontro, un po’ reale un po’ inventato, tra due personaggi provenienti da mondi diversi. Una breve parentesi nelle loro vite, troppo diverse per proseguire insieme. Sarà questo incontro però a modificare per sempre la loro visione delle cose.

Illustrazioni
Valentina Mion, Alberto D’Asaro, Alvaro Borobio Gomez, Anastasiya Sokolovskaya, Ayman Kassem, Camillo Triulzi, Caterina Burlini, Caterina Gatti, Chiara Tronchin, Davide Abbati, Elisa Fabris, Fausto Montanari, Gianluca Ferriero, Giulia Maria Belli, Hanka Ondrejkovicova, Jassir Ramos, Katariina Talts, Kenji Sato, Maria Natalie Skjeset, Mark Hamilton, Matteo Morelli, Michele Antinori, Monica Vitali, Mrunal Save, Nao Nozawa, Niwanthi Weerathunga, Reynold John Frias, Semir Avdic, Tushar Pant, Violetta Uboldi, Wai Ting Choi, Ygong Do Lee

Traduzioni
Abeer Alsobahi, AeNok Park, Ai Ishii, Aleksa Korolija, Alexandru Popescu, Chiara Gianlupi, Colin Berg, Gizem Selçuk Casalins, Irene Miotto, Sabina Rizzelli, Jingjing Du, Juan Manuel Valverde Izquierdo, Cecilia Monfrini, Linda Eerikäinen, Maaike Baan, Ottavia Rizzo (Mamoo), Jegor Levkovskiy (Mamoo), Marianna Pinheiro Machado, Masoumeh Mirsafa, Najda Durmo, Risilda Shkurtaj, Robin Petersson, Serena Ruggiero, Silva Sabkova, Thu Tran, Vassillis Mpampatsikos, Veronique Tavernier, Zuzana Boháčová

Il progetto nasce ed è a cura di Valentina Mion, Nata a Treviso nel 1987, oggi vive e lavora a Madrid. Dopo un percorso di studi classici, si dedica all’architettura e si laurea al Politecnico di Milano nel 2012. Un anno di esperienza e collaborazione con lo studio MATA in Brasile a San Paolo nel 2013 segna il suo percorso di ricerca che inizia a indirizzarsi verso i temi legati all’urbanistica nei contesti informali e alla riattivazione urbana. Collabora con lo studio LAB.PRO.FAB di Alejandro Haiek di Caracas ed è membro ufficiale dell’associazione URBZ San Paolo/Mumbai, che conduce progetti di ricerca e sviluppo nei contesti informali in India e America Latina. A luglio 2014 fonda a Lugano (Svizzera) lo studio NotToScale Architecture e intraprende un percorso di Dottorato congiunto in Urban Design (Politecnico di Milano/Scuola Tecnica Superiore di Architettura di Madrid) con la tesi “Circulatory Urbanism. User-generated practices in the contemporary city”. Da Aprile 2015 collabora con lo studio Ezquiaga Arquitectura, Sociedad y Territorio.

Da sempre appassionata di scrittura e di favole per adulti e bambini, nel 2013 pubblica grazie al programma “ilmiolibro” di Feltrinelli la Prima Edizione del libro “L’uomo più grande del mondo – The biggest man in the world” di cui cura testo e illustrazioni.

A partire da dicembre 2014 inizia a dedicarsi al progetto The Biggest Project. Special edition.

 

Per ulteriori informazioni
www.facebook.com/thebiggestproject
www.instagram.com/thebiggestproject | Instagram name: thebiggestproject

twitter.com/TheBiggestPrjct | Twitter name: thebiggestproject

@TheBiggestPrjct

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico