Taglio del nastro per la nuova Piazza Risorgimento a Bari di ma0

Le panchine rotanti ideate dallo studio di architettura ma0 (emmeazero) per il progetto di riqualificazione di Piazza Risorgimento a Bari, hanno finalmente iniziato a girare.
A sette anni di distanza dal primo progetto, il 18 aprile scorso è stato infatti inaugurato il nuovo spazio urbano, nel cuore del quartiere ottocentesco Libertà, con una grande festa pubblica che ne ha celebrato la riapertura riconoscendone il valore di luogo di fondamentale importanza sociale.

 

Oltre agli interventi di ripavimentazione, rifacimento della pubblica illuminazione e piantumazione di nuovi alberi, il progetto ha previsto la realizzazione di uno “spazio pubblico continuamente riconfigurabile secondo i desideri dei suoi abitanti: tutte le sedute sono infatti costituite da panchine rotanti incernierate ad una estremità, che gli abitanti possono spostare secondo le proprie esigenze. Per sedere all’ombra degli alberi nei giorni più caldi dell’anno, o al contrario al sole in quelli più freddi, per rivolgersi verso l’uscita della scuola in attesa di un figlio che sta per uscire, o verso la via commerciale di fronte, in attesa di un appuntamento galante, o ancora alla luce del lampione per leggere la sera o, al contrario, nella penombra per appartarsi in un dolce incontro”. (ma0)

 

Altre immagini sul blog di ma0/emmeazero studio d’architettura

 

SCHEDA PROGETTO

Riqualificazione di Piazza Risorgimento a Bari
progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva
Cronologia:
2002-2009
Committente:
Comune di Bari
Progettista incaricato:
ma0/emmeazero studio d’architettura (Ketty Di Tardo, Alberto Iacovoni e Luca La Torre)

Superficie:

2.055 mq

Nell’immagine: la nuova piazza riaperta al pubblico. Foto di Roberto Dall’Orco (Fonte)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico