Studenti di design dello SCAD premiati dall’Istituto Nazionale per il Commercio Estero

Per la prima volta, cinque studenti dell’Università SCAD di Atlanta partecipano al corso di formazione Design & Innovation, promosso dal Consorzio del Politecnico di Milano. Saranno i futuri ambasciatori del design e dello stile Made in Italy.

 

 
Cinque studenti di interior design, laureati presso l’Università SCAD di Atlanta, sono stati scelti per prendere parte al primo progetto di formazione realizzato congiuntamente tra Italia e Stati Uniti, e promosso dall’Istituto Nazionale per il Commercio Estero e dal Ministero dello Sviluppo Economico. Promotore dell’iniziativa, è l’ICE, Istituto Nazionale per il Commercio Estero, che ha programmi di formazione con le istituzioni di oltre 80 Paesi in tutto il mondo. Il workshop “Design e Innovazione: l’esperienza italiana” ha come obiettivo di introdurre gli studenti allo scenario del design italiano contemporaneo, attraverso un approccio pratico ed economico. SCAD è la prima università degli Stati Uniti a partecipare a questo specifico programma, che non richiede alcun costo per gli studenti.

Il corso, che ha avuto inizio con una serie di lezioni presso lo SCAD tenute da professori del Politecnico di Milano, a partire dal 30 marzo 2009, proseguirà fino al 30 maggio, consentendo agli studenti di trascorrere tre settimane in Italia, per conoscere da vicino il design contemporaneo italiano.

Ana Gomez, Chia Wei Sun, Jonathan Anderson, Lonnie Coulter, Timothy Luscher e Antonio Larosa – Preside del Dipartimento di Arredamento – trascorreranno tre settimane in Italia, visitando le più importanti aziende di design, partecipando a fiere di settore, e seguendo lezioni in aula presso il prestigioso Politecnico di Milano, dove gli studenti hanno potuto approfondire la loro visione nel settore dell’arredamento, sulla sensibilità per l’innovazione e sulle strategie di comunicazione.

Questa esperienza in italia è molto importante per questi cinque studenti dello SCAD, perché potranno vedere con i loro occhi le ultime novità e i prodotti più interessanti del design italiano – spiega Fabrizio Giustarini, Commissario dell’Istituto Nazionale per il Commercio Estero – Questo permetterà loro di sviluppare concretamente le loro potenzialità, con la possibilità di creare contatti e relazioni con aziende  e designer italiani.”

Il workshop, promosso dal Consorzio POLI.Design del Politecnico di Milano, è destinato ad essere un’esperienza educativa, in cui teoria e pratica si fondono insieme. L’obiettivo è quello di dare ai partecipanti le conoscenze di base relative al design italiano, sia a livello pratico che teorico, e di consentire loro di poter mettere in pratica la metodologia appresa durante le lezioni del Politecnico. Per tutta la durata del progetto infatti, gli studenti avranno una visione panoramica della teoria, e vedranno come questa si trasforma in pratica. I ragazzi hanno potuto acquisire una preziosa panoramica sui sistemi di produzione e di progettazione, visitando il Salone Internazionale del Mobile a Milano e anche altre importanti esposizioni di design come il “Museo Kartell” e la “Collezione Permanente Del Design Italiano”.

Gli studenti, in aggiunta al loro Master di Primo Livello presso il Politecnico, progettato dal Consorzio POLI.Design del Politecnico, per la prima volta, hanno l’occasione di entrare in contatto con aziende di design come Artemide, Alias, Boffi, Cibic & Partners, e Antonio Citterio & Partners.
Il corso è gestito in collaborazione con MIP, la Scuola di Management del Politecnico.

Nell’immagine, Collezione Permanente del Design Italiano alla Triennale di Milano. Foto di Nicola Smanio e Elisa Testori 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico