Spazio urbano, la luce è protagonista del concorso Riprendi-ti la città

AIDI, Associazione Italiana di Illuminazione, promuove la prima edizione del concorso video nazionale Riprendi-ti la città, riprendi la luce, rassegna di cortometraggi a partecipazione gratuita dedicati allo spazio urbano e al suo rapporto con la luce, che saranno caricati direttamente dagli autori sul sito dedicato.

 

Il concorso AIDI è aperto ai giovani under 30, e ha come tema lo spazio urbano notturno con protagonista la luce e si propone di far emergere il rapporto dei giovani con la “propria” città dove vivono, studiano, lavorano, attraverso l’elemento della luce, non solo di quella naturale, ma anche di quella artificiale.
“Riprendi-ti la città, riprendi la luce” non è un gioco di parole, ma un modo per far emergere una maggiore consapevolezza dell’importanza che questo elemento riveste nella vita di tutti i giorni.
La luce artificiale viene dunque vista non solo come un fatto tecnico, ma come momento essenziale del modo di presentarsi dello spazio urbano e come elemento determinante che lo modella.


Scarica il regolamento del concorso

 

L’ambizione del concorso è dunque quella di “riprendere la luce della città” con il compito di definire un altro ambiente, quello notturno, complementare nella sua apparenza di spazio luminoso, a quella ben nota offerta dalla luce del sole e del cielo, in grado di restituire una originale lettura dei luoghi.
Tre sono le sezioni tematiche all’interno delle quali, con un video di 60 secondi realizzato con qualsiasi tecnologia, è possibile trovare il “proprio ambiente da riprendere”: I luoghi della Cultura, I luoghi del Movimento, I luoghi del Tempo Libero.
Oltre a un premio relativo alla migliore produzione per ciascuno di tre ambiti, il concorso prevede anche un premio speciale, riservato al “video più votato” dagli utenti direttamente online.


Per ulteriori informazioni
www.riprenditilacitta.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico