Spazio pubblico, il progetto di recupero e accessibilità per la spiaggia di Gallipoli

Il progetto di fruizione della spiaggia della Purità a Gallipoli, Lecce, di Anna Cornaro e Valerio de Divitiis (COdESIGN architetti associati) con Laura Pedata e Loris Rossi, è il vincitore del premio speciale “Progettazione per tutti” della settima edizione del Premio IQU – Innovazione e Qualità Urbana. I progetti vincitori sono stati proclamati lo scorso 14 dicembre 2011 presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Il premio, promosso da Maggioli Editore, nasce con il proposito di sviluppare un confronto di strategie di innovazione progettuale, tecnologica e gestionale tra le città, nell’ambito dei processi di riqualificazione e sviluppo del patrimonio architettonico, urbano e del territorio. La selezione è avvenuta tra i circa cinquanta progetti partecipanti alle tre aree tematiche nelle quali il premio è strutturato (Città e Architettura, Mobilità, Tecnologie).

 

La spiaggia della Purità è l’unica spiaggia collocata all’interno del centro storico di Gallipoli. Caduta in disuso dopo gli anni ’60 soprattutto a causa dell’inquinamento, attualmente, grazie all’opera di bonifica delle acque di scarico, sta conoscendo una nuova stagione.
L’obiettivo del progetto è di rendere nuovamente la spiaggia cuore balneabile del centro storico e polo di avvenimenti, mantenendo i suoi connotati di spazio pubblico, offrendo ai turisti che albergano nel centro storico, ma soprattutto ai residenti, un ambiente più vivibile con la possibilità di fruire il mare senza dirigersi verso gli affollati stabilimenti lungo la costa, e spazi espositivi e di incontro lungo tutto l’arco dell’anno.

 

Il progetto propone un percorso di accesso alla spiaggia agevole e adatto anche ai disabili e con attività di supporto alla balneazione e un’integrazione delle funzioni stagionali con attività culturali annuali (da svolgere nei locali ricavati dai fornici lungo le mura).
La sistemazione della rampa alla spiaggia della Purità dovrebbe essere il primo intervento di una serie di riqualificazioni lungo le mura con realizzazione di scale a rampe di discesa alla quota del mare, utilizzando scogli e barriere cementizie esistenti per la realizzazione di una passeggiata anulare attorno all’isola della città vecchia.
La rampa della Purità è stata riconfigurata sostituendone la precedente pavimentazione con una rampa lignea di opportuna inclinazione, così da assicurare un’agevole accessibilità a tutte le categorie di fruitori: le pedane lignee collocate davanti ai fornici permettono anche ai disabili la fruizione della spiaggia, una passerella verso il mare assicura l’arrivo all’arenile più duro così da consentire la balneazione anche ai portatori di handicap. Anche i servizi igienici sono stati progettati per le esigenze di tutti.
Le tecniche costruttive utilizzate e i materiali impiegati prevedono la totale reversibilità dell’intervento. È stato previsto un adeguato trattamento e deviazione degli scarichi pluviali, spazi appositi per la raccolta differenziata dei rifiuti e una sensibile diminuzione dell’inquinamento luminoso grazie alla sostituzione dei corpi illuminanti esistenti con nuovi a bassa diffusione luminosa.

 

L’originaria diffidenza della popolazione, preoccupata per l’eventuale privatizzazione della spiaggia, è stata superata grazie alla costituzione di un’associazione no-profit per la pulizia e la manutenzione e alla trasparenza dimostrata dall’amministrazione.
Nei prossimi mesi il progetto verrà presentato alla città: è stato infatti stabilito da una delibera comunale che la cittadinanza dovrà essere informata e coinvolta negli sviluppo del progetto. La scorsa estate il comune ha proposto un questionario a cittadini e turisti incentrato sul recupero del centro storico, inserendo tra le eventuali priorità il recupero della spiaggia della Purità, attivando inoltre una pagina Facebook per eventuali suggerimenti.

 

Nell’immagine, vista del progetto per la spiaggia della Purità: la rifunzionalizzazione della rampa di discesa alla spiaggia

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico