Spazio pubblico e colore, il concorso Vision 2020

Sono aperte le iscrizioni al concorso nazionale di idee Vision 20|20. Orientarsi negli spazi pubblici attraverso il colore per un utilizzo innovativo del colore come elemento “attivo” degli spazi pubblici, esterni o interni, la valorizzazione e la riconversione di aree urbane critiche; il concorso è aperto a studenti e neolaureati delle Facoltà di Architettura e di Design di tutta Italia.

 

Il premio nasce all’interno delle iniziative Vision 20|20 e ha come obiettivo la promozione, nel campo dell’architettura e del design, del ruolo del colore come strumento di comunicazione negli spazi che quotidianamente occupiamo. Il tema della comunicazione negli spazi pubblici della città, sia interni che all’aperto, in un epoca caratterizzata dalla sovrabbondanza dei messaggi visivi, riveste una importanza strategica nella qualità e vivibilità di tali spazi. La capacità di utilizzare il colore come elemento di comunicazione funzionale all’interno del progetto di architettura può rappresentare un elemento di completezza e diversificazione per l’architetto in grado di trasformarsi in un vantaggio competitivo nei prossimi anni.

 

La proposta di progetto dovrà quindi partire dal presupposto di utilizzare in modo innovativo e nel più ampio senso del termine, il colore applicato non come strumento di semplice decoro, ma come elemento “attivo” dello spazio anche accompagnato dall’uso della comunicazione letterale e di strumenti multimediali.
Molteplici sono i luoghi nella città contemporanea che possono e dovrebbero essere recuperati non solo dal punto di vista funzionale ma anche da quello estetico. La valorizzazione e riconversione delle aree urbane critiche è solo una delle tante ipotesi progettuali che possono essere presentate in questo concorso.
Le proposte potranno riguardare un qualsiasi spazio interno o esterno, purché pubblico, che potrà essere individuato sia in un ambito definito e scelto per una situazione reale che in un ambito più teorico.
Per entrambe le categorie, spazio interno e spazio esterno, il progettista dovrà produrre una proposta di allestimento che usi tutti o in parte gli strumenti indicati. Il tema funzionale dell’allestimento è totalmente libero. L’area di progetto dovrà essere in Italia.

 

La partecipazione, individuale, è aperta agli studenti delle Facoltà di Architettura e Design di corsi di studi quinquennali e triennali, di tutta Italia, e ai laureati in Architettura o in Design da non più di cinque anni (laureati dopo il 31 dicembre 2007).


Scarica il bando completo del concorso


Calendario
14 febbraio 2013 | Apertura Iscrizioni e apertura periodo presentazione domande
15 aprile 2013 | Deadline Iscrizioni e pubblicazione FAQ
30 aprile 2013 | Consegna dei progetti
10 maggio 2013 | Riunione della giuria – Apertura periodo valutazione
11 maggio 2013 | Proclamazione Vincitori e inaugurazione mostra

 

La giuria del concorso è composta da Antonello Stella, Università degli studi di Ferrara; un Rappesentante Epson; Giovanni Corbellini, Università di Trieste; Marcello Balzani, Università degli studi di Ferrara; Giuseppe Mincolelli, Università degli studi di Ferrara; Marco Marchionne, Direttore AWR (Membro tecnico); Carla Gerundino, Direttore Creativo AWR (Membro tecnico).


Il progetto Vision 20|20 – Orientarsi negli spazi pubblici attraverso il colore nasce dalla volontà di comprendere al meglio le necessità che la professione dell’architetto sente di avere per elevarsi dal punto di vista della qualità e della competitività a livello internazionale, e intende far luce sugli scenari evolutivi della professione da qui ai prossimi otto anni. Da un’indagine condotta su un campione di più di 500 architetti provenienti da diversi paesi europei, Italia, Germania, Spagna, Francia e Regno Unito, è emerso che uno degli aspetti considerati più importanti per il successo della propria attività è la tecnologia. La ricerca ha preso in esame le opinioni espresse riguardo a temi come previsioni di crescita, ambizioni professionali, concorrenza e opportunità, ruolo della tecnologia negli studi di architettura, competenze e know-how di questa e della prossima generazione di architetti. Il Think Tank Vision 20|20 ha riunito, sotto l’egida di Epson, diversi noti architetti quali: Olivier Celnik di Z.Studio (Francia), Ben Dieckmann dello studio di architettura Ingenhoven (Germania), il Professor Antonello Stella di UNIFE (Italia), Claudi Aguilo di dataAE (Spagna) e Sir Nicholas Grimshaw (Regno Unito).


Per ulteriori informazioni
E-mail: info@awrcompetitions.com
www.unife.it/facolta/architettura

www.awrcompetitions.com

 

Nell’immagine, Passage piéton couvert, Tourcoing centre ville, Atelier 9.81. Foto © Julien Lanoo

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico