Spazi Possibili. Una mostra sulle esperienze della contemporaneità urbana

La mostra Spazi Possibili è stata pensata come un incontro tra artisti, amici, e colleghi da poco laureati presso le accademie di belle arti. L’esposizione rappresenta cinque spazi, cinque esperienze della contemporaneità, espresse tramite le forme e i linguaggi artistici di ciascuno dei partecipanti.

 

In una realtà come quella di Milano, molti si sentono come stranieri e tanto più forte sentono l’esigenza di trovare un luogo, uno spazio, dove incontrarsi e poter dialogare. Scambiarsi idee che possano farne nascere altre; far scaturire nuove ispirazioni. Solamente tramite l’altro ci possiamo sentire veramente vivi e non solo alienati o letargici o – peggio – rassegnati ad un ambiente indifferente. Per queste esigenze si è creato questo piccolo gruppo di artisti, che ora vogliono rendere partecipi della loro esperienza le altre persone.
Spazi Possibili è un invito che non vuole essere solo una presentazione di opere di giovani artisti ma anche un evento dove, chi vuole, può venire a confrontare le proprie idee, trovare soluzioni (per il proprio lavoro artistico), nuove ispirazioni e – si spera – creare nuove amicizie. Quello che hanno sicuramente in comune questi artisti è il pensiero sull’arte, che non è un mistero medievale, ma qualcosa da chiarire, nel dialogo tra artista e pubblico.
La mostra Spazi Possibili sarà visitabile fino al 4 aprile prossimo nell’ambiente alternativo dell’ex falegnameria riadattata dall’associazione culturale Spazio Concept, in via Forcella 7 a Milano. Gli artisti partecipanti sono: Zahra Najafi, Stefano Morelli, Danica Ondrejovic, Jaya Cozzani, Alessandra Anselmi.

 

Zahra Najafi: “In questo mio lavoro cerco di rappresentare mondi diversi: quello femminile e quello maschile, o altri mondi, al di là; che interpretano la loro relazione e comunicazione attraverso la tonalità dei colori. Questi mondi si presentano come superfici trasparenti, con una leggerezza non materiale, si incontrano e si sovrappongono, combattono o giocano tra loro e respirano”. Zahra Najaf è nata in Iran. Laureata con master in Pittura all’Università d’arte di Tehran, studia all’Accademia di Brera nel biennio di Pittura.

 

Stefano Morelli: “I rapporti di valori sono interni all’opera d’arte e indipendenti dalla creazione di qualcosa di raffigurativo o meno: la descrizione illustrativa e la resa plastica nell’opera sono due problemi di diverso ordine. Per questo lascio ampio spazio alle naturali disposizioni delle materie, per trarre da esse suggestioni che guidino il lavoro”. Stefano Morelli è nato in provincia di Milano il 14 settembre 1983. Dopo aver conseguito il diploma di maturità in chimica, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Brera, dove si laurea in Pittura nel 2009. Vive e lavora a Rho e a Milano.

 

Danica Ondrejovic: “…le realtà intrinseche, profonde che passando inizialmente tramite un monologo con noi stessi e che si fa sempre più ansioso alla fine si trasforma in una poetica che parla tramite le metafore e non immagini esplicite”. Danica Ondrejovic è nata a Bratislava nel 1976. Si è laureata a Milano in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera. Attualmente vive e lavora a Milano.

 

Jaya Cozzani: “…l’arte come necessità, strumento di autoanalisi, d’introspezione psicologica, per riflettere sulle proprie identità e per incontrare gli altri e il mondo…”. Jaya Cozzani è nata a Mumbay nel 1982. Si è iscritta all’Accademia di Belle Arti di Brera, dopo aver frequentato il Liceo Artistico e l’Accademia di Belle Arti di Carrara. Vive e lavora a Milano.

 

Alessandra Anselmi: “La mia poetica è legata all’automatismo della mano, in trasmissione con le mie emozioni. Attraverso il dinamismo del segno sottraggo concretezza al pensiero in favore di istinti primordiali. La mia pittura inoltre sta sempre dentro a una ricerca minuziosa ai fini di raggiungere il ‘Bello’ come contenuto estetico – interiore”. Alessandra Anselmi è nata a Venezia nel 1986. Ha conseguito il diploma di maturità al Liceo Artistico Arturo Martini di Vicenza. Si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna con l’indirizzo di Scenografia. Vive e lavora a Milano e a Sori (Genova).

 

SCHEDA EVENTO
Spazi possibili
Zahra Najafi, Stefano Morelli, Danica Ondrejovic, Jaya Cozzani, Alessandra Anselmi

 

Luogo
Spazio Concept
via Forcella 7, Milano

 

Periodo
fino al 4 aprile 2011

 

Orari
dal lunedì al venerdì
dalle ore 15.30 alle 19.30
sabato e domenica su appuntamento

Ingresso libero

 

Per ulteriori informazioni
www.undo.net
spazioconcept@gmail.com

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico