Sostenibilità. Quali i parametri più importanti per la progettazione? I risultati del questionario

Le tematiche ambientali sono sempre più sentite sia dagli utenti sia dai progettisti e si ritiene quindi importante cercare di capire quali siano gli aspetti della sostenibilità che vengono giudicati più importanti e a cui, probabilmente, deve essere dedicata maggiore attenzione. Per fare questo sono state raccolte delle valutazioni attraverso un questionario on line che sono poi state tradotte in pesi da dare ai vari indicatori di sostenibilità.

 

Le domande poste chiedevano di confrontare tra loro, per importanza, gli indicatori di prestazione che descrivono la sostenibilità del costruito, così come suggeriti dalla ISO/TS 21929-1 Sustainability in building construction – Sustainability indicators – Part 1: Framework for the development of indicators and a core set of indicators for buildings.

 

I risultati sono stati calcolati partendo dai voti forniti dagli utenti e calcolando i pesi attraverso un procedimento matematico che permette di controllare la coerenza dei voti, escludendo automaticamente i voti giudicati incoerenti. Si è inoltre deciso, per ottenere ogni peso, di calcolare la media di tutti i voti tolte le estremità (sono stati esclusi i voti massimi e minimi per ogni domanda).

 

Il risultato che si ottiene dalla prima serie di domande (figura 1) è che la sostenibilità ambientale è nettamente più importante di quella economica e della qualità prestazione, che si attesta comunque al secondo posto. Si riportano i pesi di tutte e tre i rami in percentuale.

Importanza relativa dei tre aspetti della sostenabilità 

Figura 1: Importanza relativa dei tre aspetti della sostenibilità

 

Nella seconda serie di domande (figura 2) sono stati analizzati una serie di parametri che permettono di valutare la sostenibilità ambientale con maggiore dettaglio. i risultati ottenuti mostrano che il consumo di energia (sia primaria sia di risorse in generale) sono due parametri da monitorare assolutamente e ovviamente da abbattere. In cascata ci sono il consumo di acqua e le emissioni di CO2, a pari merito con l’energia incorporata; questi ultimi due parametri sono probabilmente risultati meno importanti in quanto meno conosciuti. Si riportano ora i pesi dei vari parametri.

Parametri di sostenibilità ambientale 

Figura 2: parametri di sostenibilità ambientale

 

La sostenibilità economica (figura 3) ha come componente più importante il costo di costruzione, uno dei più sentiti e che ovviamente si tende a ridurre al minimo. A seguire ci sono i costi che sono più strettamente collegati all’utilizzo dell’edificio, cioè i costi per il riscaldamento e raffrescamento e quelli per l’energia elettrica; come ultimi quelli per la manutenzione e la dismissione al termine della vita utile. Si riportano ora i pesi dei vari parametri.

Parametri di misura della sostenibilità economica 

Figura 3: Parametri di misura della sostenibilità economica

 

L’ultima serie di domande (figura 4)indaga invece la qualità prestazionale attraverso l’analisi dei parametri di comfort interno. Quello che è risultato essere più importante è risultato essere il comfort termico, immediatamente percepibile dall’utente; a seguire ci sono il comfort acustico, la qualità dell’aria e quella dell’illuminazione. Si riportano ora i pesi dei vari parametri.

Sostenibilità economica e qualità prestazionale 

Figura 4: Sostenibilità economica e qualità prestazionale

 

In conclusione, secondo il parere di chi ha risposto al questionario, i tre parametri che hanno maggiore importanza quando si tratta di progettare la sostenibilità di un intervento sono il consumo di energia primaria, il costo di costruzione e il comfort termico che hanno un peso complessivo pari al 38% del totale. In assoluto invece i parametri che hanno maggiore peso, pari al 44% del totale, sono il consumo di energia primaria e di risorse e il comfort termico (figura 5).

Confronto di tutti i parametri di misura della sostenibilità 

Figura 5: Confronto di tutti i parametri di misura della sostenibilità

 

In sede di progetto preliminare si potrebbe quindi ottimizzare prima i tre parametri che hanno il peso maggiore di ciascun ramo e successivamente valutare ulteriori possibili soluzioni tipologiche, tecnologiche o impiantistiche per migliorare la sostenibilità dell’intervento sotto gli altri aspetti. Analisi di questo tipo permettono al progettista di avere uno strumento di gestione della progettazione semplice e veloce che permette anche di interfacciarsi con la committenza in maniera chiara ed efficacie.

 

Articolo di Sebastiano Maltese

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico