Sostenibilità ambientale e sociale in un quartiere di transizione a Bari

Il modello di “Città di Transizione” tra tessuto urbano e campagna messo a punto nella zona di Japigia – S. Anna dal Comune di Bari è tra i dieci progetti vincitori della sesta edizione del premio “Urbanistica”. Il concorso, indetto dalla rivista scientifica dell’Istituto Nazionale di Urbanistica dal 2006, seleziona i progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo, l’evento nazionale di riferimento per il marketing urbano e territoriale promosso dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit. I visitatori della rassegna esprimono in forma anonima una preferenza per ciascuna delle tre sezioni previste: “Inserimento nel contesto urbano”, “Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici”, “Equilibrio degli interessi nel rapporto pubblico/privato”.

 

Insieme al modello di “Città di Transizione” del Comune di Bari, il referendum svoltosi nell’edizione 2011 di Urbanpromo ha visto prevalere, nella sezione Inserimento nel contesto urbano”, la rigenerazione urbana dell’Area Ex Mercato Ortofrutticolo di Bologna, il progetto per un nuovo polo d’interscambio nella città di Salerno e il programma di urban regeneration in un quartiere centrale di Messina, promosso dalla STU “Il Tirone” e presentato alla manifestazione dallo Studio FC&RR Associati Srl.

 

A quasi vent’anni dalla stesura, solo recentemente è stato possibile intraprendere una rivisitazione del P.P. della Maglia C2 n. 21 in Japigia-S.Anna per adeguare, agli standard e alle attuali prospettive di sviluppo sostenibile, viabilità, caratteristiche insediative, preesistenze, morfologia del territorio, risparmio energetico, politiche neoagricole e di integrazione città-campagna.
In particolare, ricordando come la crescita della città contemporanea sia oggi spesso in contraddizione con una visione sostenibile, sia per il consumo di risorse e di territori ancora agricoli, sia per il carattere disperso degli spazi, è opportuno, in un contesto di nuova edificazione, al limite tra città e campagna, praticare un modello di Città di Transizione, una città fatta dall’integrazione e dalla transizione reciproca degli elementi (dalle infrastrutture agli spazi pubblici) che, connessi, possono garantire l’intensità e la sostenibilità dei fenomeni urbani.
La conservazione di aree agricole produttive di pregio integrate, come orti urbani, e l’affidamento della manutenzione del verde agli stessi Consorzi di agricoltori, costituisce esempio di “patto città campagna”. L’idea guida combacia con il Documento Programmatico del nuovo PUG, che individua l’azione strategica “Japigia al centro e Parco costiero”, interessando proprio la fascia di territorio della Maglia 21, definendone le previsioni programmatiche a medio-lungo termine di tipo infrastrutturale, insediativo e ambientale-paesaggistico, di cui la variante è assoluta espressione.


SCHEDA PROGETTO
Rigenerazione di in un quartiere centrale di Messina


Soggetto promotore
Comune di Bari
Assessorato Urbanistica ed Edilizia Privata


Progetto urbanistico generale
A&B Studio Ass.to, Studio Bosco & Ass.ti, ingg. G. Bruno, M. Costanza, M. Notaristefano


Progetto di architettura urbana e integrazione paesaggistica
Architetti L. Labate, L. Pietropaolo


Pianificazione e Coordinamento
Architetti A.M. Curcuruto


Responsabile del Procedimento
Ingegner C. Trematore

 

I dieci vincitori saranno premiati in un’apposita cerimonia nel corso dell’evento “Urbanpromo rigenerazione urbana”, che si svolgerà a Bologna, a Palazzo D’Accursio e alla Salaborsa Urban Center, dal 7 al 10 novembre. “Urbanpromo rigenerazione urbana” sarà il secondo evento in programma quest’anno: sarà preceduto da “Urbanpromo social housing”, l’11 e il 12 ottobre a Torino, al Circolo dei lettori presso Palazzo Graneri della Roccia.


Per ulteriori informazioni
www.inu.it


Nell’immagine, modello di “Città di Transizione” tra tessuto urbano e campagna, Japigia – S. Anna, Comune di Bari, tra i progetti vincitori della sezione “Inserimento nel contesto urbano”

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico