Social housing: Darbishire Place candidato al RIBA Stirling Prize

Lo studio Níall McLaughlin Architects è tra i candidati al premio Stirling Prize 2015 bandito annualmente dal Royal
Institute of British Architects (RIBA).
Lo studio londinese con sede a Camden, concorre con un progetto di social housing a Darbishire Place, in East London, un’area dalla tradizione popolare in cui si contano numerosi interventi di social housing.

Darbishire Place è edificio residenziale di cinque piani costruito a completamento un gruppo di sei blocchi di abitazioni,
lungo un lotto rimasto vacante dopo la demolizione di un palazzo danneggiato dai bombardamenti durante Seconda Guerra
Mondiale.

Secondo la giuria del RIBA “l’edificio è un brillante esempio di design urbano: dignitoso, dalle proporzioni raffinate e
particolari, Peabody Housing si confronta con l’architettura preesistente e si integra con discrezione nel vecchio
isolato“.

A convincere la giuria sono stati soprattutto alcuni dettagli del progetto, ad esempio il modo con cui uno dei volumi
assottigliandosi invita dolcemente dalla strada ad entrare nella corte interna definita dai sei blocchi, oppure l’utilizzo
di colonne in cemento prefabbricate nella logge d’angolo sagomate per conferire una maggiore leggerezza al prospetto.

Internamente la cura del dettaglio, si evidenzia soprattutto nel design della grande scala elicoidale che si snoda in
maniera elegante ed aggraziata portando luce all’interno dell’edificio.
Secondo il RIBA, il progetto mostra come “l’architettura, usata in maniera sapiente, può rendere eccezionale l’ordinario”.

Il vincitore dello Stirling Prize 2015 verrà annunciato il 15 ottobre 2015.

a cura di Simona Ferrioli

SCHEDA PROGETTO

Darbishire Place Housing

Luogo
Londra, UK

Committente
Peabody Housing

Progetto
Níall McLaughlin Architects

Realizzazione
2014

Per ulteriori informazioni
www.niallmclaughlin.com

Nell’immagine di apertura, Darbishire Place, vista del prospetto interno. Foto © Nick Kane

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico