Smart City ed Eco quartieri, giornata per la trasformazione urbana sostenibile a Torino

Si terrà il prossimo sabato 2 giugno 2012 a San Salvario, Torino, una giornata per scoprire un nuovo possibile approccio al cambiamento delle nostre città e al rilancio delle nostre economie, in una felice convergenza tra approfondimento teorico e pratica, tra sguardo internazionale e saperi locali. Organizzata dall’associazione Ecoquartieri per l’Italia nell’ambito del Torino Smart City Festival, la giornata si compone di due momenti: un convegno (l’approfondimento teorico, lo sguardo internazionale) e una Notte Smart (la pratica, i saperi locali) – le due metà della stessa proposta di trasformazione urbana.

 

Si inizia alle 17.00 con un convegno internazionale (nella Casa del Quartiere di San Salvario e in streaming su ecoquartieriperlitalia.it/convegno) a cui parteciperanno Aiforia, AUDIS, Ecoquartieri per l’Italia, Green Building Council Italia, Legambiente, oltre all’assessore Enzo Lavolta e al prof. Mario Calderini del Politecnico di Torino, in un tentativo di discussione a più voci per capire come rilanciare l’Europa dal basso, attraverso progetti di ecoquartieri concreti e ambiziosi, capaci di far decollare la green economy coinvolgendo le città. Un ecoquartiere è un nuovo modo di pensare il territorio, la relazione tra i cittadini, il futuro. E di generare benessere e speranza, con una risposta concreta e fattiva alla crisi.

 

Scarica il programma del convegno

 

Si proseguirà dalle 19.30 con la Notte Smart, in cui più di trenta associazioni del territorio daranno vita a un evento costruito intorno a cinque ambiti tematici cardine (mobilitàcultura sostenibileconsumi sostenibili / riciclo e riusoconsumi sostenibili / il cibodiffusione degli stili di vita), e a cinque luoghi (corso Marconi, pza Madama Cristina, aiuola Donatello, via Goito 17, largo Saluzzo), consentendo ai cittadini di “assaggiare” cosa può significare concretamente vivere nella dimensione dell’ecoquartiere.
Il programma della serata è fittissimo, con laboratori per bambini e bambine, spettacoli, sport in piazza, musica, video, presentazioni di eco innovazioni, mercatini dei produttori, incontri di discussione, cicloriparazioni gratuite e moltissimo altro ancora. All’interno della giornata, nello spazio in cui si svolgerà il Mercato senza Moneta (Aiuola Donatello), alle 17.00 verrà inaugurata la prima rastrelliera “ri.nuova” (progetto tecnico a cura di Izmo per il concorso Ri.Nuovi – bazura.it e manamana.it) costruita per il quartiere di San Salvario.

 

Scarica il flyer dell’evento

 

Lo spirito dell’iniziativa – e più in generale del senso dell’ecoquartiere e del processo per costruirlo – è riassunto in modo semplice e immediato da una delle molte azioni della giornata, quella che ha come soggetto l’associazione fattoreQ (fattoreq.com) e che nasce dall’individuazione di un problema piccolo e concreto: mentre tutti gli altri materiali di comunicazione della giornata sono stati stampati su carta certificata da un fornitore con una solida condotta ecologica (inchiostri di stampa offset a base vegetale, toner XEROX waste-free, impianti di stampa a basso impatto ambientale, monitor e illuminazione a basso consumo, energia 100% verde certificata RECS), per i totem non si trovava un fornitore che potesse garantire la stessa qualità. È stato quindi chiesto ai designer dell’associazione di progettare un intervento di riuso creativo: i totem torneranno in vita come sgabelli pieghevoli. Ma non basta: gli sgabelli verranno donati alla Casa del Quartiere, cioè al quartiere stesso e alle sue associazioni, chiudendo un circolo virtuoso che non lascia che la teoria prevalga sulle pratiche e che dal territorio parte e al territorio torna.
È questo il senso del progetto ecoquartieri: mettere in rete l’esistente, ottimizzare i processi, convergere su un obiettivo chiaro e ambizioso sapendo bene che il cambiamento è possibile, può avvenire in tempi brevi e deve avere effetti sui tempi lunghi, deve innalzare la qualità della vita dei cittadini e concorrere a far ripartire l’economia.

 

Ecoquartieri per l’Italia è un’associazione che nasce per sviluppare l’intuizione dell’ecoquartiere come prima cellula del cambiamento. Un ecoquartiere è un quartiere ripensato identificando le pratiche più intelligenti ed efficienti per muovere verso un’economia capace di generare sostenibilità, qualità della vita, convivialità, coesione sociale, imprenditorialità e occupazione. Identificando queste pratiche e mettendole a sistema si crea una rete di micro interventi ad alta efficacia complessiva, in cui ognuno fa quello che sa fare meglio. E si produce un cambiamento incredibilmente veloce. Un ecoquartiere è una risposta alla crisi: concorre a rilanciare l’economia, permette di creare nuovi posti di lavoro, promuove lo sviluppo. Gli interventi promossi dall’ecoquartiere si rendono economicamente autosufficienti in tempi brevi e – dove possibile – generano reddito o servizi aggiuntivi gratuiti per i suoi abitanti. La dimensione del quartiere consente di mettere in atto interventi di trasformazione coerenti ed efficaci; in un quartiere si instaurano facilmente e con maggiore rapidità processi imitativi di adozione di eco innovazioni e di pratiche eco sostenibili, si valuta meglio il risultato delle decisioni prese, si comunica in modo più immediato e diretto con i cittadini.
L’ecoquartiere è un nuovo modo di pensare il territorio, la relazione tra i cittadini, il futuro.

 

SCHEDA EVENTO
San Salvario Ecoquartiere

 

Luogo
Torino, quartiere San Salvario

 

Data
sabato 2 giugno 2012

 

Orari
Convegno | ore 17.00
Notte smart | dalle ore 19.00

 

Per ulteriori informazioni
www.ecoquartieriperlitalia.it
www.lecittavisibili.eu

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico