Small World per chi ancora non raggiunge il metro di altezza

Un mini mondo per gli uomini del futuro; sedie d’autore taglia small per i futuri “design-addicted”. Questa è la linea che le aziende e i designer seguono per dare ai bambini di oggi un mondo ricco di linee, colori e fantasia. Come? Ricreando oggetti d’autore.

 

Identici a quelli di mamma e papà: sulla scia degli stilisti che da tempo firmano collezioni per un pubblico compreso tra zero e dodici anni, anche i designer puntano alle piccole dimensioni, realizzando una serie di prodotti storici in versione baby. Al contrario di quello che potrebbe sembrare, questi nuovi prodotti, curati nei minimi dettagli, non sono giochi. Gli oggetti d’arredamento per bambini hanno un backgraound di tradizione e rientrano a pieno diritto nella storia del design per interni.
Già nell’800, infatti, l’azienda austriaca Thonet proponeva sedute per bambini in legno curvato della stessa foggia di quelle per adulti; è, inoltre, del 1964 il progetto, di Marco Zanuso e Richard Sapper, della seggiolina per piccini 4999 realizzata da Kartell per asili e scuole elementari.
Oggi la tendenza è in aumento e sempre di più sono le aziende che lavorano per il mondo dei piccoli e propongono “mini-arredi” che altro non sono che riduzioni di pezzi di design intramontabili: la Barcelona Children’s di Mies van der Rohe prodotta da Knoll International, la N65 children’s chair di Alvaar Aalto di Artek , la Verner Panton Junior Chair realizzata da Vitra e la Baby Vanity Fair, ultima ma non meno importante, icona e status symbol di Poltrona Frau dedicata ai futuri uomini di successo che, come si è detto altrove, “non hanno ancora raggiunto il metro di altezza” (fonte).

 

Giacomo Sacchetti

Nell’immagine, Le Club, child-sized replica of the 1928 LC2 chair by Le Corbusier (fonte)

 

Ulteriori informazioni sul tema del design di interni sono contenute nella e-zine 14 dal titolo “INTERNI”, scaricabile gratuitamente dal sito 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico