Sicurezza nelle scuole: un tema centrale secondo l’Anci

Il tema dell’edilizia scolastica, in particolare della sicurezza delle scuole italiane, che ospitano ogni giorno milioni di persone tra alunni e personale, è una tema strategico sul quale va posta la massima attenzione. Per questo l’Anci insieme alle Regioni e all’Upi hanno condiviso un documento per richiamare l’attenzione del Governo su questa materia. 
Questo è il contenuto della dichiarazione di Daniela Ruffino, Sindaco di Giaveno e delegata ANCI alla Scuola commentando il documento che la Commissione Scuola dell’Associazione ha approvato nella riunione odierna: è necessario poter contare su finanziamenti certi e continuativi, che consentano una programmazione nel tempo.

 

“Le risorse che stanno arrivando dai fondi CIPE sono importanti e consentiranno numerosi interventi, ma non sono sufficienti per un fabbisogno, di molto superiore. Sarebbe necessario il reperimento di nuove risorse, per esempio, attraverso il rifinanziamento della legge 23/96 (norme per l’edilizia scolastica)’’ continua Daniela Ruffino.

 

Da soli i Comuni non sono più in grado di sostenere le spese di edilizia scolastica e, in piena manovra finanziaria, è opportuno ribadire la necessità di escludere dai vincoli del patto di stabilità le opere di edilizia scolastica.

 

“I Comuni e tra questi il mio” conclude la Ruffino “non sono nelle condizioni di spendere le risorse assegnate per mettere in sicurezza le scuole”.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico