Si è conclusa Maison&Objet. Design d’interni e progettazione in mostra

A Maison&Objet 2011 non solo arredo, ma molte mostre che raccolgono i segnali del settore. Si è conclusa circa 15 giorni fa l’edizione invernale, dove sono state presentate le novità per molti settori dell’arredo e del complemento.

 

Gli otto padiglioni, suddivisi per genere e  tema, hanno ospitato le moltissime aziende che hanno deciso di presenziare anche a questa edizione. La progettazione e il design sono davvero i principali protagonisti dell’evento, perché l’attenzione non è posta solo sulle novità ma anche sullo studio dello stand, che oggi è sempre più scenografico e teatrale.

 

Molte le mostre e le collettive presenti che hanno messo in risalto punti di vista diversi del design. Importante la personale della coppia di fratelli designer del momento Ronan& Erwan Bouroullec che caratterizzano il loro design con contaminazioni grafiche e pulite richiamando l’artigianalità e la pulizia delle  forme del prodotto artigianale. Quest’anno Now!Design a vivre ha nominato i Bouroullec come designer dell’anno 2011, titolo che l’anno scorso è stato assegnato a Philippe Starck, raccogliendo e descrivendo coi loro prodotti più significativi il loro lavoro degli ultimi dieci anni.

 

Il padiglione 3 ha ospitato la mostra Hypnotic, di Vincent Grégoire pour NellyRodi, che affronta il tema della geometria, della luce che giocano insieme illudendo e ingannando lo sguardo.

 

Sempre la luce ma intesa come intesnsità, come alta tensione è il tema dell’esposizione che si è tenuta nell’hall 2. Haute Tension, di Elizabeth Leriche che racconta come il variare dell’intensità, del calore  e della quantità di luce condiziona tutti i sensi.

 

Al padiglione 1, Un-plugged di François Bernard, invece i sensi trovano la pace nel relax. Il lusso di oggi nella progettazione è la ricerca della comodità e di cose che ci semplifichino la vita. Qui vengono esposti oggetti che richiamano gli archetipici passati che rappresentano le forme dell’agio di oggi.

 

Tra le novità più eclatanti incontrate in fiera spiccano sicuramente quelle legate all’evoluzione delle tecnologie, sia produttive, sia de i materiali. Le forme si stilizzano sempre di più abbandonando fronzoli e accessori nel settore del design, mentre nel mondo del lusso aumenta la decoratività e la minuziosità nei dettagli. Sempre di più negli anni ha preso spazio il colore che si declina in quasi tutte le tonalità, dalle più consuete, fino agli abbinamenti azzurro-rosso, fucsia-verde… nel settore dell’illuminazione tutto diventa “paralume” per illuminare in modo fuori dal comune.

 

di Silvia Tugnoli

 

Nell’immagine di apertura Un-plugged

 

Per visualizzare la nostra galleria di immagini, visita la pagina Facebook della rivista ShowCase

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico