Salone del mobile 2012. Kravitz Design e Lea Ceramiche: nasce Goccia

Dall’incontro tra Kravitz Design e Lea Ceramiche nasce Goccia, la nuova collezione per rivestimenti che offre una personale e contemporanea interpretazione del decoro tridimensionale.

 

Goccia è un fine esercizio per sviluppare una dimensione unica dello spazio: grazie alla trasformazione delle pareti stesse, il decoro delle superfici rappresenta l’elemento portante del progetto. La collezione si compone di un modulo declinato in diverse forme tridimensionali giocate su pieni e vuoti, rigorosamente in bianco e nero. Geometrie a rilievo vengono esaltate dall’uso sapiente degli smalti e dalla polvere di graniglia nella fase finale della lavorazione. Un gioco di luci e ombre sembra suggerire e rimanda ai continui movimenti dell’acqua proposti e ricreati in forma stilizzata.

 

“I wanted to create a design element that provides texture and movement to the living environment” (“Ho disegnato un prodotto che crea una texture che da movimento alla superficie di uno spazio”) sottolinea Lenny Kravitz, Presidente di Kravitz Design Inc. In questo progetto Kravitz Design, grazie al know-how di Lea Ceramiche, propone inusuali texture tridimensionali nella versione smaltata lucida e opaca, creando eleganti composizioni, piccole sculture di ceramica, combinate seguendo linee sinuose e circolari, per ricreare ambienti sofisticati alla ricerca di un nuovo classico.

 

Goccia contribuisce ad arricchire il catalogo di rivestimenti realizzato negli anni da Lea Ceramiche. Introducendo un uso non convenzionale del materiale ceramico e portandolo ad impreziosire spazi che non siano esclusivamente legati ai tradizionali ambienti di bagno e cucina, Lea Ceramiche ha raccontato e continua a raccontare la propria storia nel campo delle superfici. A partire dalla collezione Progetto L14 e dall’introduzione del linguaggio tridimensionale, l’azienda ha puntato anche ad enfatizzare l’aspetto più decorativo del rivestimento ceramico presentandolo come vero complemento d’arredo, basti pensare all’installazione “LeaLive” nel 2003 in occasione del Cersaie a Bologna.
Da allora le collezioni si sono moltiplicate grazie all’incontro tra il sapere consolidato di un’azienda con trent’anni di esperienza e le visioni di designer/architetti esploratori e sperimentatori, per arrivare nel 2012 a Goccia con Kravitz Design Inc., per ribadire il valore intrinseco del decoro, in cui ogni singolo elemento può diventare tessera e parte di un tutt’uno. Goccia viene presentata in occasione della 51° edizione del Salone Internazionale del Mobile di Milano (17-22 aprile 2012) con un’installazione curata da Kravitz Design negli spazi di Lea Ceramiche Showroom, in via Durini 3 a Milano.

 

Kravitz Design Inc.
Musicista di successo da oltre 20 anni ma soprattutto icona di stile, Lenny Kravitz fonda nel 2003 Kravitz Design Inc. con l’obiettivo di portare la sua energia creativa al di fuori del mondo musicale. Con sede a New York nel quartiere di SoHo, lo stile Kravitz Design è poliedrico e ricercato, si esprime attraverso l’utilizzo di materiali pregiati, di texture non convenzionali per una nuova eleganza classica degli spazi. Nel 2005 e 2006 Swarovski ha selezionato Kravitz Design per creare due straordinari lampadari all’interno di Crystal Palace Collection. Inoltre per Morgan’s Hotel Group ha progettato Florida Room Lounge del Delano ed ha realizzato la lussuosa sala di registrazione all’interno del The Setai Resort & Residences a Miami Beach. Tra i più recenti progetti dello Studio, Tropicalismo, una collezione di carte da parati stampate a mano in collaborazione con Flavor Paper e il concept creativo degli interiors dell’importante progetto residenziale Paramount Bay a Miami FL. Attualmente Kravitz Design Inc sta lavorando alla realizzazione di esclusivi Bungalow e Penthouse del SLH Hotel a South Beach, proprietà del Gruppo sbe, brand emergente e pluripremiato nel mondo dell’hospitality e dell’entertainment.

 

Informazioni
www.ceramichelea.com

 

Foto di apertura, credit: Paolo Crocenzi

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico