Salone del mobile 2012, i Saloni e gli eventi

Dai mobili ai complementi d’arredo, dalle cucine ai bagni ai prototipi degli under 35: le molteplici proposte delle cinque manifestazioni coprono ogni tipologia di arredo e ogni stile. L’offerta merceologica si arricchisce con EuroCucina che – sull’esempio di quanto già sperimentato con successo dal Salone Internazionale del Mobile e dall’arredobagno – apre a tutti gli oggetti che contribuiscono a rendere il rito del cibo e della convivialità più facile e più bello. La biennale dedicata alla Cucina accompagnata anche quest’anno dalla proposta dedicata all’innovazione tecnologica degli elettrodomestici da incasso e delle cappe d’arredo, FTK (Technology For the Kitchen), occupa sempre i quattro padiglioni 9, 11, 13 e 15 in piena sinergia con la biennale del Bagno collocata esattamente di fronte, nei padiglioni 22 e 24, con una significativa offerta di prodotti naturali per il complemento e rivestimento interpretati dai maggiori designer internazionali e, valore aggiunto, IN-bellezza, un’ampia area wellness aperta a tutti i visitatori firmata dall’architetto Piero Russi, già autore nella scorsa edizione di SaloneUfficio della Gallery e dello Stadium. Sempre con  la stessa paternità progettuale, le altre tre lounge IN-piscina (pad. 24), IN-pentola (pad. 9) e IN-tavola  (pad. 15) riservate agli espositori delle due biennali del Bagno e Cucina e ai loro clienti per un momento  di relax o di lavoro.

Inoltre il Salone dell’arredo bagno.

 

Nel progetto di una manifestazione sempre più vivibile per il visitatore e con un particolare riguardo  a quello estero, che rappresenta quasi il 70% delle presenze totali – Cosmit ha allestito un web café  e un’edicola internazionale nei padiglioni 13 e 15.
Riconfermata la scelta funzionale di riunire il settore Moderno del Salone Internazionale del Mobile in un unico edificio, nei padiglioni 14 e 18, direttamente in contiguità con i padiglioni del settore Design e Classico creando un percorso di visita unico.

 

Il SaloneSatellite quest’anno dedicato a “Design<->Technology” festeggia la 15a edizione continuando la sua tradizione di talent scout alla ricerca dei più promettenti designer internazionali per offrire loro visibilità e possibilità di contatti con le aziende espositrici. A latere della proposta, il Concorso che premierà i 3 prodotti migliori attinenti alle merceologie della Cucina e del Bagno per ciascuno dei 2 settori rappresentati. Tutto nei padiglioni 22 e 24. Da questa edizione i Saloni aprono al pubblico anche tutto sabato, oltre alla tradizionale domenica  che la scorsa edizione ha visto oltre 32.000 persone interessate.

 

Immancabili gli eventi. In fiera, al padiglione 11, 250 piccole botti usate per l’invecchiamento del vino  che dopo due o tre anni di uso devono essere abbandonate, tornano a nuova vita in “Barrique. La terza vita del legno”: 31 designer progettano 32 oggetti realizzati con il labdesign di San Patrignano  e la sua falegnameria, un luogo in cui la cultura del fare si integra con la cultura del sapere. All’Arena del SaloneSatellite, due incontri con Paola Antonelli e Fabio Novembre, rispettivamente il 18 e 19 aprile mentre all’Auditorium del Centro Congressi il 20 e 21 aprile si tiene il programma di sviluppo per l’Italia promosso dal Consiglio Nazionale Architetti PPC, ANCE e Legambiente “RI.U.SO. 01 Rigenerazione urbana sostenibile. Casa e città per disegnare un futuro possibile”.
Gli eventi in città – tutti dal 17 al 22 aprile – sono quest’anno più che mai dedicati al prodotto di qualità e alla cultura dell’abitare. Al Teatro dell’Arte della Triennale di Milano va in scena “Design Dance” –  un progetto di Michela Marelli e Francesca Molteni, quest’ultima già curatrice per i Saloni di vari eventi  tra cui “Un bagno di stelle” al Planetario di Milano nel 2010 – che fa parlare e agire, fino a danzare, 456 oggetti di design.
Gli oggetti si fanno attori e narratori perché, come ogni opera dell’ingegno umano,  gli oggetti raccontano le emozioni che li hanno fatti nascere. Oggetti di oggi e di ieri, classici e moderni, ma anche progetti del SaloneSatellite “avverati”, perché diventati prodotti.
La Biblioteca Pinacoteca Accademia Ambrosiana, luogo storico e custode del mondo classico, durante la sei giorni dei Saloni, ospita l’installazione “librocielo” ideata da Attilio Stocchi, un omaggio multimediale al cuore romano della città e una riflessione sul vivere e sull’abitare lo spazio attraverso le voci di alcuni  libri antichi.
Nella più esclusiva strada dello shopping internazionale, Via MonteNapoleone, dalla collaborazione  tra l’Associazione della Via MonteNapoleone, Citroën e Cosmit nasce la mostra “MonteNapoleone Design Experience by Citroën. AUTO-MOBILI”, firmato dall’architetto Piero Russi, che ripercorre 50 anni di storia  con la presentazione delle automobili Citroën che hanno fatto epoca e con alcuni mobili presentati nelle 50 edizioni del Salone del Mobile.
Infine lo spettacolo “Mani grandi, senza fine. Nascita e ascesa del design a Milano. I Castiglioni, Magistretti, Menghi, Sottsass, Viganò, Zanuso”, di e con Laura Curino, e prodotto dal Piccolo Teatro di Milano, presentato in anteprima in occasione dell’edizione 2011 dei Saloni per il 50° anniversario del Salone Internazionale del Mobile, riproposto ora durante la settimana dei Saloni 2012, dal 17 al 24 aprile al Piccolo Teatro Studio Expo. Una produzione Piccolo Teatro di Milano e Teatro d’Europa con Cosmit, Fondazione Giannino Bassetti, Camera di Commercio di Milano e Camera di Commercio di Monza  e Brianza.

 

Gli eventi della Guida “La Città dei Saloni” comprendono, come per la scorsa edizione, anche gli showroom milanesi di 80 aziende espositrici, ciascuno con i propri eventi, ciascuno con il proprio inconfondibile stile.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico