Riuso, recupero, sostenibilità: al via novarArchitettura

Si terrà dal 6 al 29 settembre (con una coda fino a metà ottobre) la prima edizione di novarArchitettura, la manifestazione organizzata dall’Ordine degli Architetti di Novara e VCO, in collaborazione con il Comune di Novara, dedicata all’architettura, e in particolare al tema del Riuso. Riuso inteso come recupero di edifici e aree urbane dismesse, con una grande attenzione agli aspetti legati alla sostenibilità energetica e ambientale nei processi di trasformazione dell’ambiente costruito.

 

In quest’ottica la manifestazione si svolgerà in molti luoghi ed edifici della città e l’evento si svilupperà attraverso conferenze, incontri, mostre di architettura e fotografia, installazioni e proiezione di materiale multimediale, visite guidate e performance.

 

Apertura ufficiale venerdì 6 settembre nel Salone dell’Arengo del Broletto; la sera stessa, nell’Auditorium del Conservatorio “Guido Cantelli”, si terrà il primo dei quattro incontri tenuti da architetti di caratura e importanza europea: ospite sarà Luigi Snozzi. Seguirà venerdì 13 settembre ABDA architetti Botticini De Appolonia, preceduto nel pomeriggio da una lezione di Andrea Bruno; venerdì 20 settembre l’incontro sarà tenuto dagli architetti Iotti e Pavarani e venerdì 27 da Pietro Derossi. Tutti i professionisti hanno accettato l’invito dell’ordine novarese e parleranno di progetti ed esperienze legati al tema del recupero e del riuso.

 

Nella Biblioteca Civica Negroni mercoledì 18 settembre sarà presentato il volume “Rigenerazione Urbana Sostenibile (RI.U.SO) e le aree metropolitane” a cura di M. Capuani, M. Gallione, P. Pisciotta. Venerdì 20, sempre presso la Biblioteca Negron, avrà luogo il convegno sulla costruzione del nuovo museo nei sottotetti della Basilica di San Gaudenzio; per l’occasione sarà presentata la raccolta di scatti realizzati nel cantiere durante le fasi di costruzione del Museo dal fotografo Camillo Balossini.
Giovedì 26 nell’Auditorium del Civico Istituto Musicale Brera si terrà la conferenza sull’architetto e ingegnere greco naturalizzato francese Iannis Xenakis. Collaboratore di Le Corbusier, Xenakis è stato un compositore, per la rilevanza del suo lavoro teorico e compositivo, viene annoverato tra le figure più rappresentative della seconda parte del Novecento.

 

Importanti e molto attese dai cittadini le aperture straordinarie di alcuni cantieri che costituiscono un eccellente esempio di riuso di architetture nel tessuto urbano di Novara, quali l’ex Ospedale Psichiatrico, attualmente in fase di recupero e trasformazione in nuova sede del Centro Integrato dei Servizi Sanitari Territoriali, la Sala del Compasso all’interno della Basilica di San Guadenzio e gli spazi straordinari, riscoperti e recuperati per la creazione del nuovo museo nei sottotetti della Basilica.
Venerdì 13 settembre presso lo Studio di architettura Antonio Zucconi sarà inaugurata la mostra dei progetti del workshop di restauro della Chiesa di S. Rocco ad Ameno. L’appuntamento a cura dell’Associazione Asilo Bianco e dell’arch. Elena Bertinotti, prevede l’intervento dell’architetto Andrea Bruno.
Sabato 21 settembre sarà possibile visitare il cantiere del Castello Visconteo di Piazza Martiri, il contenitore del futuro polo culturale della città.

 

Si terranno poi una serie di mostre temporanee: dagli architetti alle architetture fino alla fotografia.
Dal 6 al 29 settembre a Palazzo dei Referendari presso il Complesso Monumentale del Broletto sarà allestita la mostra di modelli, di opere realizzate e non, di architetture ed elementi di design legati al tema del riuso.
Dal 7 al 15 settembre presso la Biblioteca Civica Negroni è visitabile la mostra di elementi di arredo di maestri del design del ‘900 di Cassina.
Dal 12 al 27 settembre sarà possibile visitare la mostra L’architetto Antonelli in Archivio di Stato: mostra documentaria presso la Ex Chiesa della Maddalena – Archivio di Stato.
Dal 14 al 28 settembre presso la Fabbrica Lapidea sarà allestita la mostra fotografica di architetture dimenticate, agricole e industriali del secolo scorso, a volte poco conosciute, reinterpretate dall’occhio della macchina fotografica a cura della Società Fotografica Novarese.
Si terrà sabato 14 settembre presso Casa Bossi l’inaugurazione della mostra Ripensare una città di Gabriele Basilico, che resterà allestita fino al 13 ottobre.
Il 14 settembre sono previsti inoltre workshop con fotografi, urbanisti, designer, creativi.

 

Il ricco e articolato programma ha come obiettivo principale quello di avvicinare i cittadini alle tematiche dell’architettura e dell’urbanistica e rendere partecipe la popolazione del patrimonio architettonico di Novara e delle trasformazioni urbane in atto e in progetto. novarArchitettura si propone di sensibilizzare le persone ai grandi temi attuali dell’architettura: risparmio energetico, delle risorse, quindi minore consumo di territorio, riutilizzando gli edifici dismessi con nuove funzioni. Lo scopo è creare una maggiore consapevolezza nelle persone e una cultura architettonica più radicata che valorizzi la professione dell’architetto. Tutti avranno modo di partecipare attivamente e farsi un’opinione su temi importanti e attuali, divenendo maggiormente consapevoli dell’importanza dell’architettura come elemento di valorizzazione del territorio e di crescita culturale di una città.


Per ulteriori informazioni
www.novararchitettura.com
www.architettinovaravco.it

 

Nell’immagine, uno scatto di Gabriele Basilico nell’ambito della mostra Ripensare una città

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico