Risparmio energetico. Serie 15, i varialuce di Finder

Le tecnologie volte a razionalizzare l’illuminazione conoscono una continua evoluzione, consentono un elevato risparmio energetico e aumentano la qualità della nostra vita. Quest’ultimo non è certo un dato trascurabile, in quanto una migliore illuminazione dell’ambiente semplifica le normali attività quotidiane e consente miglioramenti produttivi legati all’accresciuto confort dei dipendenti.

 

Gli interventi migliorativi realizzabili riguardano da un lato la sostituzione di componenti desueti con altri più efficienti, dall’altro l’impiego di sistemi automatici di regolazione, accensione e spegnimento dei punti luce.
Nella pratica è meglio scegliere alimentatori elettronici che abbattono i consumi di energia elettrica e migliorano il funzionamento della lampada grazie ad una frequenza di alimentazione più elevata.

 

Riguardo alla regolazione è possibile dosarne l’intensità e risparmiare energia grazie ad alcune tecnologie che consentono di accendere o spegnere le lampadine automaticamente o in modo manuale: si tratta di regolatori di intensità (dimmer) che permettono di controllare e ridurre i Watt in ingresso verso la lampada, riducendo così non solo il consumo di energia ma aumentando anche la vita della lampadina. Prima dell’acquisto è bene informarsi, poiché la regolazione delle lampadine fluorescenti può essere effettuata solo su alcuni modelli; pertanto, necessita di speciali portalampade e dispositivi.

 

Finder risponde a questa istanza con la Serie 15:
Tipo 15.51, potenza commutabile 10/400 W, destinato al montaggio in scatola da incasso;
Tipo 15.81, potenza commutabile 3/500 W, modulare (larghezza 17.5 mm) per montaggio su barra 35 mm, utilizzabile anche per il dimmeraggio di lampade a risparmio energetico (dimmerabili).

 

Entrambi i modelli consentono la memorizzazione della luminosità desiderata, in modo che a ogni accensione si manifesti la quantità di luce precedentemente impostata, sono dotati di accensione e spegnimento “soft” e sono utilizzabili indifferentemente in impianti a tre ed a quattro fili. La regolazione avviene premendo il pulsante di comando e le diminuzioni o gli aumenti di luminosità conseguenti possono essere lineari oppure a gradini, secondo i tipi. Inoltre, raggiunto il massimo o il minimo grado di luminosità, l’intensità luminosa resta fissa, a significare l’arrivo a fine scala.

 

Il Tipo 15.81 consente di dimmerare i principali tipi di carico illuminotecnico (lampade a incandescenza, alogene, trasformatori toroidali e ballast elettronici per lampade alogene in bassa tensione) ed è in grado di comandare anche i trasformatori elettromeccanici a mantello per lampade alogene in bassa tensione e soprattutto le nuove lampade fluorescenti compatte (CFL) e le lampade a Led, nel caso il costruttore ne preveda la dimmerabilità. A tal proposito ricordiamo che Finder ha condotto un elevato numero di prove di vita elettrica utilizzando lampade prodotte da aziende leader del settore, prove che hanno evidenziato un alto numero di operazioni totalmente esenti da fenomeni di “sfarfallamento” luminoso, diretta conseguenza della conformità dei varialuce Serie 15 alla Direttiva Europea 2004/108/CE, garanzia di immunità ai disturbi condotti e irradiati.

 

Un ultimo dato accomuna i due modelli: la dotazione di una protezione termica contro i sovraccarichi, dispositivo che consente la riaccensione della lampada solo quando la temperatura sia tornata in valori di sicurezza, previa rimozione della causa di sovraccarico.
Come tutta la gamma Finder, infine, i prodotti illustrati rispondono alle vigenti Norme RoHS.
Quindi, per ogni esigenza di luce “variabile”: Finder Serie 15, cambia in sicurezza.

 

Nell’immagine di apertura soluzioni a Led di Finder.

 

FINDER S.p.A.
Via Drubiaglio, 14
10040 ALMESE (TO)
Tel. 011 9346211
Fax 011 9359079
www.finder.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico