Riqualificazione urbana, Nuova Vita al Pincherle: gli esiti del concorso

Sono stati pubblicati gli esisti di Nuova Vita al Pincherle, il concorso di progettazione promosso dall’Associazione GArBo – Giovani Architetti Bologna in collaborazione con il Quartiere Porto, l’Ordine degli Architetti P.P.C. di Bologna e l’Urban Center Bologna.

Il giardino Salvatore Pincherle è un’area verde pressoché in disuso situata nel centro storico di Bologna, un luogo che si vorrebbe trasformare in una nuova piazza ed area verde di quartiere dove incontrarsi e socializzare.

Tra le 53 proposte pervenute, la giuria ha proclamato due progetti vincitori e quattro menzioni speciali. Al primo posto il progetto “Le P di Pincherle” (Duilia Madonia, Lorenzo Tucci, Elisa Samsa), seguito da “LaPlace” (Cecilia Rendina, Tommaso Lorenzetti, Susanna Janina Baumgartner, Massimiliano Alessandro Cecchetto).

“Le P di Pincherle” riprende la configurazione originaria del giardino, come ipotizzata in una prima proposta redatta negli anni ’70 e mai realizzata. Viene riproposto il vecchio asse principale di percorrenza caratterizzato da una giacitura diagonale da nord-ovest a sud-est e viene valorizzata una porzione di mura del Mille presente nel sito.

“LaPlace” ha convinto la giuria per la soluzione planimetrica estremamente pulita, che con poche variazioni all’assetto attuale riesce ad implementare le potenzialità dell’area in termini di accessibilità e fruibilità.

Tra i progetti menzionati dalla Giuria Tecnica: “Pincherle: un giardino tra due muri” (Filippo Pecorai, Francesco Polci, Antonio Salvi), una proposta di grande impatto nella sua visione tridimensionale dello spazio pubblico attraverso un sapiente uso del verde applicato a strutture in elevazione; “living fragment” (Giorgia Liut, Ermes Povoledo), progetto che più di ogni altro valorizza la muratura storica del Mille in perfetta continuità tra antico e contemporaneo, spostando il baricentro del giardino verso il tracciato delle mura rendendole nuovamente protagoniste; infine “Pincherle²” (Maurizio Rini, Walter Villa, Dario Vanetti, Marcello Pari, Ewelina Maliborska), capace di esprimere una visione a scala allargata che travalica il perimetro del giardino proponendo interessanti contaminazioni tra spazi pedonali e carrabili, materializzando concetti più ampi di convivenza e condivisione.

L’associazione GArBo – Giovani Architetti Bologna ha assegnato una menzione speciale a “Remapping Pincherle” (Andrea Costi, Sara Biondi, Matteo Verzelloni, Filippo Bergianti), proposta che si concentra sulla progettazione del perimetro dell’area implementandone gli accessi esistenti e creandone due nuovi, dotandoli di pannelli informativi ed elementi cromatici che ne sottolineano il ruolo di transizione tra spazio pubblico e contesto urbano.

SCHEDA CONCORSO
Nuova Vita al Pincherle

Ente Banditore
Associazione GArBo – Giovani Architetti Bologna

In collaborazione con:
Quartiere Porto, Ordine degli Architetti P.P.C. di Bologna, Urban Center Bologna

Per ulteriori informazioni
concorsi.archibo.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico