Riqualificazione urbana. Il progetto Macrolotto Zero a Prato tra i vincitori del Premio Urbanistica

Il comune di Prato, con il progetto “Macrolotto Zero: da città fabbrica a città compiuta. Rinascita nel rispetto dell’identità dei luoghi”, è tra i progetti vincitori del Premio Urbanistica per la categoria “Inserimento nel contesto urbano”. Il progetto, riguardante la rigenerazione complessiva del Macrolotto Zero, un quartiere industriale che sta assumendo rapidamente una nuova identità sociale, è tra i nove progetti vincitori della quinta edizione del Premio, indetto nel 2006 dalla rivista scientifica dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, che seleziona ogni anno i progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo.

 

Macrolotto Zero: da città fabbrica a città compiuta. Rinascita nel rispetto dell’identità dei luoghi
Il Macrolotto Zero riassume i caratteri della città fabbrica costituita da isolati saturi quasi al 100% di fabbriche, che hanno lasciato spazio solo alle abitazioni e alle infrastrutture viarie strettamente necessarie.
Oggi questa parte di città vede esaurito il pulsare della presenza industriale e vive il lento declino delle aziende che chiudono o si trasferiscono, assieme all’altrettanto persistente stabilirsi della comunità cinese, che ha trovato nell’area le condizioni ambientali e strutturali per vivere e lavorare.
Questo quadro costituisce da tempo ormai la consapevolezza del cambiamento: il Macrolotto Zero da luogo complesso del lavoro, e quindi risorsa per la collettività tutta, è oggi il luogo in cui la diversa interpretazione della fabbrica, unita al degrado fisico e ambientale, ha palesato innegabilmente la necessità di una rigenerazione complessiva del tessuto urbano, ossia di un progetto di città che esprima nuovi contenuti senza la perdita dei caratteri più importanti.
Il progetto ipotizza il completo ridisegno del quartiere. Gli isolati vengono svuotati e nuovi edifici mantengono i vecchi allineamenti assieme al recupero urbanistico ed edilizio delle principali fabbriche storiche. I nuovi spazi interni consentono il collegamento ciclopedonale di tutto il quartiere. Il margine sud è completamente ridisegnato, una nuova strada e un nuovo parco determinano l’allineamento dei nuovi edifici che completano l’abitato di San Paolo. Ancora più a sud la revisione del tessuto produttivo di via Galcianese favorisce l’insediamento di nuove aziende a carattere innovativo.

 

 

SCHEDA PROGETTO

 

Soggetto promotore
Comune di Prato

 

Progetto del nuovo Piano Strutturale
prof. arch. Gianfranco Gorelli, Consulente generale
arch. Riccardo Pecorario, Dirigente del Servizio Pianificazione e attuazione urbanistica
arch. Pamela Bracciotti, Responsabile dell’Ufficio di Piano

 

Progetto Macrolotto Zero
arch. Michela Brachi
arch. Massimo Fabbri

 

Spazi aperti
arch. Catia Lenzi

 

Collaborazione al progetto
arch. Davide Tomberli
arch. Fabio Turcheschi

 

La premiazione dei progetti vincitori si svolgerà il prossimo 9 novembre a Bologna in occasione dell’inaugurazione dell’ottava edizione di Urbanpromo.

 

 

Nell’immagine di apertura, render del progetto “Macrolotto Zero: da città fabbrica a città compiuta. Rinascita nel rispetto dell’identità dei luoghi”, comune di Prato, tra i progetti vincitori del Premio Urbanistica per la categoria “Inserimento nel contesto urbano”

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico