Riqualificazione urbana e innovazione sociale, Re-coding Trieste

Il progetto vincitore del premio speciale della giuria al concorso Urbanpromo Giovani5, elaborato da Marco Barbariol, Albi Enesi e Claudio Sartor dell’Università degli Studi di Trieste e intitolato Re-coding Trieste, punta alla riqualificazione urbana degli spazi inutilizzati e all’innovazione sociale come motore di un processo di rigenerazione in grado di rilanciare l’economia locale.

 

In un momento storico contraddistinto da crisi economica e occupazionale, difficoltà di accesso alle risorse disponibili, decrescita demografica, fenomeni di gentrification che riguardano i centri storici della città e di contrazione urbana, la necessità di ridefinizione dell’identità locale, diventa per Trieste e la sua provincia una priorità per potersi riposizionare in maniera competitiva a livello europeo. Da qui l’esigenza di una proposta di rinnovamento cittadino che per Trieste parta dalla riqualificazione degli spazi urbani spesso sotto utilizzati o non utilizzati per lo stato di degrado in cui vertono oppure perché non visibili a un occhio poco attendo al territorio. La riqualificazione urbana, unita all’innovazione sociale, attraverso una progettazione alternativa di rigenerazione urbana potrà essere il veicolo di rilancio dell’economia locale, e la riconferma di una serie di eccellenze territoriali spesso mal sfruttate che stentano a dialogare tra loro.

 

In particolare, l’Ateneo triestino stenta ad ampliarsi rischiando di divenire un “non-luogo” a causa di strutture obsolete e scarsità di risorse. Il progetto vuole diventare un’occasione per riflettere sul rapporto tra architettura, territorio e sviluppo economico. L’intento è quello di creare nuove connessioni tra l’Università degli Studi di Trieste e il Parco dell’ex Ospedale Psichiatrico attraverso un progetto in grado di unire processi economici e strategie culturali; il campo da gioco diventa una piccola gola che separa l’Ateneo dal parco dove l’inserimento all’interno di quest’ultimo di un nuovo Campus Universitario potrebbe fare da trait d’union tra la cultura, la ricerca universitaria e l’economia.

 

Il progetto propone un modulo sperimentale di sviluppo territoriale basato su una lettura attenta del contesto ricominciando a scrivere il futuro del territorio limitrofo iniziando a pensare la città come un insieme di spazi sicuri non perché presidiati ma perché usati e vissuti, contemplando inoltre il coinvolgimento della densa rete di produzione e distribuzione artistica-culturale che ha il Friuli Venezia Giulia basato sulla piccola media impresa, sfruttando spazi utili anche all’università per implementare il rapporto tra impresa, ricerca e arte, riducendo il “gap” risentito da molti studenti una volta concluso il percorso di studi.

 

Il progetto vincitore del concorso Urban-promogiovani5 è Il lungomare di Bari: ricucire lo strappo, elaborato da Antonietta Canta del Politecnico di Bari; secondo classificato il progetto Una mezzaluna fertile, di Flavia Albanese, Silvia Chiavoni, Davide Onorati, Grazia Rutica ed Elisabetta Vacca della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi “RomaTre”; terzo classificato il progetto Highreen City di Giulio Pandolfi, Lorenzo Pianigiani e Szymon Ruszczewski della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze.

 

La premiazione del concorso si è tenuta a Torino lo scorso 8 novembre nel corso della giornata conclusiva della decima edizione di Urbanpromo, l’evento di marketing urbano e territoriale organizzato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit.


SCHEDA PROGETTO
Re-coding Trieste
Progetto vincitore del premio speciale della giuria al concorso Urban-promogiovani5


Proposta progettuale
Marco Barbariol, Albi Enesi, Claudio Sartor


Università
Università degli Studi di Trieste
Corso di Laurea Specialistica in Architettura
Laboratorio di progettazione Architettonica 3


Docente
Prof. Giovanni Fraziano


Per ulteriori informazioni
www.inu.it
www.urbanpromo.it

 

Nell’immagine, vista del progetto Re-coding Trieste, vincitore del premio speciale della giuria al concorso Urban-promogiovani5

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico