Riqualificazione urbana, design innovativo a Monaco di Baviera

Una zona per molti anni caratterizzata dalla presenza di un’area di smistamento treni, situata tra il ponte Donnesberger e la Stazione Centrale di Monaco di Baviera, è ora il moderno quartiere urbano Arnulfpark che offre straordinari spazi per uffici. L’edificio ICADE Premier è dotato di un rivestimento esterno molto particolare, con un cortile interno e un’elegante facciata realizzata con la tecno superficie DuPont™ Corian®. Questo materiale high-tech per l’architettura crea un contrasto affascinante con il severo stile delle facciate circostanti, realizzate in alluminio e vetro.

 

Il progetto architettonico è stato realizzato dagli architetti Ganzer-Hajek-Unterholzner/Louvieaux in collaborazione con lo studio di architettura Landau Kindelbacher di Monaco di Baviera. I progettisti hanno scelto la tecno-superficie DuPont™ Corian® in particolare per le sue giunzioni invisibili e il conseguente effetto monolitico, anche per il rivestimento delle pareti interne e per le soluzioni di arredo.

 

Il nuovo edificio al numero 59 di Arnuklfpark ha un design chiaro, geometrico e urbano. Le luci degli autoveicoli di passaggio si riflettono nella sua facciata in vetro. In un interessante contrasto, il cortile interno si mostra calmo e quieto di fronte ad ampie finestre. Strisce sovrapposte di superficie high-tech DuPont™ Corian® modellato in forme organiche creano una contrapposizione visuale armonica con la facciata dominante in vetro e alluminio. Di notte, quando le luci soffuse filtrano dalle strisce sovrapposte, la struttura retroilluminata brilla. La particolare bellezza delle facciate è dovuta alla grande modellabilità del materiale. Elementi singoli sono applicati in modo da formare un motivo a squame di pesce. La tecno superficie è particolarmente indicata per questo tipo di applicazioni grazie alla facilità di manutenzione e all’elevata resistenza ad agenti atmosferici e raggi UV.

 

Gerhard Landau dello studio di architettura bavarese Landau Kindelbauer Architekten Innenarchitekten, spiega: “Abbiamo scelto DuPont™ Corian® perchè questo progetto richiedeva estrema versatilità. DuPont™ Corian® può essere infatti incollato senza giunture visibili e un elemento può avere quindi un look monolitico anche se è formato da più pezzi. Lo abbiamo scelto anche per il rivestimento delle pareti e i mobili all’interno dell’edificio. Volevamo un’identità unica per l’edificio, anche per utilizzare una combinazione di sofisticate soluzioni di illuminotecnica e connotare in maniera significativa tutta la struttura”.

 

All’interno dell’edificio, lo studio Landau Kindelbacher ha creato un ambiente ufficio altamente originale, combinando DuPont™ Corian®, pietra naturale, calce e legno. L’ingresso, le sale riunioni e le postazioni di lavoro disposte in maniera differente, sono caratterizzate dalla esclusività e ampiezza. Un banco reception bianco e dinamico e le soluzioni di sedute realizzati con la superficie high-tech accolgono i visitatori nella hall di entrata. La loro forma fluida e l’aspetto sculturale sono dovuti all’eccellente termoformabilità e all’aspetto monolitico del materiale. In contrasto con il colore bianco, i designer hanno scelto un vibrante color Borgogna e il legno.
Gli aspetti estetici rispondono ai criteri dell’architettura contemporanea per uffici mentre la facciata serve anche a proteggere la struttura dal vento e dalle intemperie. Di conseguenza, gli aspetti energetici giocano un ruolo importante nel processo di creazione.
Al giorno d’oggi la facciata è un elemento che svolge svariate funzioni. Con DuPont™ Corian® possiamo soddisfare queste molteplici esigenze e offrire elevata versatilità progettuale, aiutando anche a stabilire un rapporto tra gli ambienti interni ed esterni dell’edificio”, ha commentato Gabi Rottes, DuPont Building Innovations, country manager per Germania, Austria e Svizzera.

 

Ganzer-Hajek-Unterholzner/Louvieaux (Monaco, Germania) – Rolf Ganzer, Gerhard Hajek e Helmut Unterholzner lavorano insieme dal 1979. La maggior parte dei loro progetti sono il risultato di design innovativi creati per competizioni che hanno vinto, come avvenuto per il municipio di Monaco di Baviera. Dal 1 ottobre 2010 la Società ha cambiato la propria denominazione in Architekten Ganzer Hajek Unterholzner (GHU) GmbH. L’architetto francese Thierry Louvieaux lavora in Germania dal 1990. Partecipa a progetti franco-tedeschi assicurando la reciproca comprensione di tutti i partners coinvolti sia dal punto di vista culturale che professionale. Da molto tempo socio di Dominique Perrault, è impegnato nella realizzazione del Velodrome e della piscina olimpica di Berlino.
www.ghu-architekten.de

 

Landau Kindelbacher Architekten Innenarchitekten (Monaco, Germania,) – Fondato a Monaco di Baviera nel 1994 da Gerhard Landau e da Ludwig Kindelbacher, lo studio ha conseguito una fama internazionale (testimoniata anche da una serie di prestigiosi riconoscimenti e premi ottenuti nel corso degli anni) ed è impegnato in architettura, sviluppo urbano, interior design, design di prodotto e di arredo. “Un abito fatto su misura” racchiude la filosofia di Landau Kindelbacher: il lavoro di un architetto paragonato a quello di uno stilista esclusivo. Partendo dalla prima bozza di progetto passando attraverso fasi successive fino alla implementazione finale dello stesso, l’obiettivo di Landau Kindelbacher Architekten Innenarchitekten è adattare il design alle specifiche esigenze dell’utilizzatore.
www.landaukindelbacher.de

 

Per ulteriori informazioni
www.icade.eu

 

Nell’immagine di apertura, vista esterna dell’edificio ICADE Premier, Monaco di Baviera: facciata realizzata in DuPont™ Corian® per il rivestimento dell’auditorium nel cortile interno, design Ganzer-Hajek-Unterholzner / Louvieaux, Landau Kindelbacher. Foto © Werner Huthmacher, tutti i diritti riservati

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico