Riqualificazione, Tea House in Hutong di ARCHSTUDIO

(Read english text)
Situato nel tradizionale quartiere degli Hutong di Pechino, la struttura spaziale della Tea House è un edificio a forma di “L” di 450 metri quadrati, che occupa lo spazio di cinque case tradizionali. L’edificio, che originariamente ospitava incontri d’affari prima di cadere in disuso a causa di una cattiva gestione, grazie all’intervento di ARCHSTUDIO è stato trasformato in un “tea café”, un ampio spazio in cui poter leggere e rilassarsi sorseggiando tè o caffè.

Leggi anche Boa Nova Tea House, Alvaro Siza Vieira

Il progetto è partito da un’analisi dell’edificio storico preesistente. Dalla struttura in legno e dalle dimensioni dei tipici mattoni grigi, si è dedotto che l’ala nord era anteriore alla dinastia Quing, mentre il livello di degrado della struttura in legno delle case est e ovest ha fatto supporre un intervento di recupero negli anni ’70 e ’80. Anche la struttura in legno sul lato sud dell’edificio necessitava di un intervento di consolidamento e restauro.

Il restauro è stato molto attento e selettivo sulla base dei diversi periodi a cui risale l’edificio e del suo valore economico e storico. L’intervento nella sala collocata nell’ala nord è stato molto leggero, e ha interessato solo le parti con gravi danni, sostituendo i mattoni. I restauri della zona nord sono stati attentamente controllati per non comprometterne l’aspetto storico. Nell’ala sud l’intervento ha riguardato un restauro parziale del tetto e della parete, con l’obiettivo di conferire a quel particolare ambiente uno stile molto semplice. Le ali est e ovest sono state demolite e ricostruite con una struttura in legno e tetto spiovente.

La nuova destinazione d’uso esigeva condizioni di comfort che l’architettura precedente non poteva assicurare. Ai fini dell’isolamento termico doveva essere completamente chiuso, di conseguenza il layout dell’edificio è stato razionalizzato attraverso un “corridoio sinuoso” che crea una transizione dal passato al presente. La tradizionale galleria è collocata in parte all’interno e in parte all’esterno, aumentando in modo significativo la bellezza del giardino. Dall’esterno verso l’ampliamento del vecchio edificio la galleria appare stretta e rigida; lo spazio bianco e trasparente richiama il trascorrere del tempo. Il passaggio dal buio dell’architettura tradizionale alla luce dell’intervento contemporaneo crea un contrasto tra il presente e il passato, creando al contempo un dialogo tra passato e futuro.

Il corridoio che circondava il cortile originario, suddiviso secondo tre archi casuali, crea tre tea house con scenari indipendenti, creando un passaggio dal pubblico al privato. Il risultato dell’attento intervento di riqualificazione è una veranda con pareti di vetro e uno scenario che richiama una foresta di bambù. Inoltre, la struttura di travi e colonne in acciaio che sostituisce il legno degradato del vecchio edificio crea una serie di sovrapposizioni di immagini passate e odierne, facendo convivere l’antico e il contemporaneo.

La parte antica della città non è solo ricca di storia, ma si configura come la stratificazione di una realtà complessa. Mentre il valore storico sostiene l’economia della città attraverso il turismo, l’uso delle antiche strutture può trasformare la città in un modello d’arte. La trasformazione lascia ai residenti della città vecchia la responsabilità di mantenere l’equilibrio tra i valori storici e artistici. La ricchezza degli ambienti dipende da quanto i residenti sono in grado di bilanciare i due valori. Gli interventi di riqualificazione e la “nuova vita” e il nuovo assetto conferito agli antichi edifici possono essere visti come un catalizzatore per “utilizzare la storia” per migliorare l’utilizzo delle strutture.

SCHEDA PROGETTO
Tea House in Hutong

Localizzazione
Dongcheng, Pechino, Cina

Progettisti
ARCHSTUDIO

Design Team
Han Wenqiang, Cong Xiao, Zhao Yang

Superficie
450.0 ma

Completamento
2015

Fotografie
王宁

Per ulteriori informazioni
www.archstudio.cn

Nell’immagine di apertura, vista delle corti interne in vetro. Foto © 王宁

— english text

Located in Beijing traditional Hutong district, the project’s structure space is an “L” shaped neighborhood, 450 square meters large. Currently, the space has five old traditional houses and temporary corroded steel houses. The building, which originally hosted company business meetings before going dormant due to poor management will be transformed to a tea café. The tea café will be an ample place for people to read while enjoying their tea time. Additionally, the café will also serve individual dining guests.

Read also Boa Nova Tea House, Alvaro Siza Vieira

The project design begins by analyzing the old building’s previous data. From the structure of the wood and the size of the grey bricks, we could tell that the relatively old north wing predates the Qing Dynasty. From the already decaying wood structure on the east and west houses, we deduce that the houses ought to be remodeled from the 70s and 80s. Additionally, judging by the wood structure on the building’s south side, you cannot deny the fact that it needs repair. The repair design shall be selective because it will have to factor in the building’s age, financial and historical value.

Repair in the room in the north wing shall be light, repairing only the parts with serious damage by replacing bricks. Repair in the north room shall be controlled to ensure it doesn’t compromise the room’s historical appearance. Repair in the south wing shall be aimed at giving the room a basic style through a partial renovation of the roof and wall. After the East and West wing have been demolished, they will be rebuilt into a wood structure with a pitched roof.

The new environment demands comfort requirements that the previous architecture cannot sustain. For the building to be temperature resistant as required, it will have to be completely closed. Consequently, I have streamlined the visualized structure of the building, with a flat “curvy corridor” that creates a smooth transition from the past to the present. The gallery of the traditional architecture takes a half inside, half outside form, scattered high and low, significantly increasing the beauty of the garden. As depicted in the gallery, from the outside to the extension of the old building shall have a rigid, narrow impression. On the gallery, the white, transparent white space signifies ages of time.

The vicissitudes of the life mix and the dark aged architectural pattern bring forth a temperament contrast between the modern and the past while creating a mutual dialogue between the past and future. I also discovered that divided like courtyards into three random arcs, the winding corridor of the original courtyard creates three tea houses with independent sceneries, forming a transition from public to private. The result of the controlled repair will be verandas’ glass curtain; wall images and ground-curved screens suspended in the air; and a bamboo forest scenery. Additionally, the steel structure beam column that replaces the decayed wood in the old building brings forth an overlapping series of old and new images, making the new and old grow together.

The old city is not only historically rich but also has a complex reality. While historical value only sustains the city’s value by income through exploration, the unlimited usage of the facility transforms the city into an art pattern. The transformation leaves the residents of the old city with the responsibility of maintaining the balance between the historical and art values. The richness of the environments solemnly depends on how flexible the residents are able to balance the two values. The new life and format can be seen as a catalyst to use history to enhance the usage of the facility.

From the Architects

PROJECT INFO
Tea House in Hutong

Location
Dongcheng, Beijing, China

Architects
ARCHSTUDIO

Design Team
Han Wenqiang , Cong Xiao, Zhao Yang

Area
450.0 sqm

Year
2015

Photography
王宁

For further information
www.archstudio.cn

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico