Riqualificazione e rigenerazione urbana in Emilia Romagna, due casi

Ormai conosciamo bene Urbanpromo, la manifestazione annuale organizzata dall’’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) e da Urbit. La gallery disponibile sul sito ufficiale dell’evento consente di consultare tutti i progetti partecipanti all’iniziativa, tra cui abbiamo selezionato due interventi che riguardano il territorio romagnolo e che presentano un forte rapporto tra progettazione e acqua.

La Darsena di Ravenna

Il Comune di Ravenna presenta il POC Darsena, che prevede una specifica disciplina normativa sul riuso ed è attualmente in fase applicativa. Da tempo a Ravenna la Darsena è diventata un nuovo polo urbano di riferimento, luogo di importanti eventi e iniziative. Sono inoltre in itinere progetti e percorsi per usi temporanei atti al riuso di aree e alla riqualificazione e valorizzazione di alcuni episodi di archeologia industriale.

Le azioni messe in campo per la rigenerazione del waterfront sono:

  • Il sito “Ravenna Riusi”, che a breve verrà attivato, e che serve prevalentemente per mettere in relazione chi cerca e chi offre (quindi cittadini, organizzatori di eventi, proprietari, pubblica amministrazione e quanti a vario titolo interessati);
  • La “cabina di regia” con compiti di coordinamento e compressione dei tempi di istruttoria delle proposte di usi temporanei.

Leggi anche l’articolo che presenta il progetto di riqualificazione del waterfront di Taranto

 

Le Linee dell’acqua

Il progetto “Le linee dell’acqua” è stato promosso dai Comuni di Riccione e Coriano, dall’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e dalla Fondazione Provinciale Del Collegio Dei Geometri. Il progetto prevede la realizzazione di linee viarie, ciclopedonali e carrabili, infrastrutture materiali ed immateriali che dovranno fare del territorio una sola entità. Una sorta di area metropolitana, formata da siti sinergicamente uniti dalle linee tematiche pensate e da quelle che dovranno autonomamente crescere sulle tracce delle prime.

Un percorso fatto all’opposto, che partendo da Riccione si snoda fino San Marino ed oltre. Attraverso interventi di rinaturalizzazione del fiume Marano si raggiungerà la Ex Polveriera, che attraverso un processo di rigenerazione potrà ospitare spazi didattici sul tema dell’acqua, per poi arrivare alle colline di Coriano, dove ci si incrocerà con il sistema enogastronomico. Lungo le linee un sistema di qr–code, i-beacon associati ad una copertura Wireless, assisterà il visitatore segnalando i punti di interesse storico, religioso, e naturalistico. La forma del marketing territoriale dovrebbe dar vita anche ad un nuovo modo di porsi di fronte al paesaggio e al costruito cercando di raggiungere il bello, e l’equilibrio in esso contenuto.

www.urbanpromo.it

 

Leggi tutte le news sull’edizione 2016 di Urbanpromo

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico