Rinnovabili e comfort, AB Medica Milano: edificio landmark in Classe A

Il progetto per la sede della società AB Medica, sviluppato da Giuseppe Tortato coniuga in un edificio landmark gli aspetti funzionali e simbolici espressi dalla società committente, alla volontà di demarcazione e qualificazione di un contesto periurbano affiancato dal tratto autostradale della Milano-Varese. Un edificio icona, quindi, in grado di rappresentare i valori di eccellenza e innovazione propri della filosofia del gruppo, specializzato nello sviluppo e nella distribuzione dii sofisticati robot medici e analisi del DNA, ma fortemente contemporaneo e quindi allineato alle più avanzate tendenze in fatto di risparmio energetico (Classe A) e benessere psicofisico dell’ambiente di lavoro.

 

Le dimensioni di velocità e dinamicità della vicina autostrada vengono traslate in un’architettura che trova ispirazione nel mondo raffinato e tecnologicamente evoluto dei motoscafi super veloci. La particolare conformazione del lotto e i vincoli autostradali, hanno guidato il disegno di una forma triangolare simile a uno scafo nautico che scivola tra colline artificiali con funzione di isolamento termico e acustico dell’insieme.

 

Il verde si integra come parte inscindibile dell’oggetto architettonico diventando materia stessa della costruzione che contribuisce al suo isolamento e alla qualità di vita degli utilizzatori. Il volume scolpito alla base da grandi setti inclinati in calcestruzzo a vista, che integrano le funzioni di isolamento e risparmio energetico, si libera al piano superiore in un elemento più aereo e luminoso, definito da una piastra solidale alla costruzione prefabbricata sottostante ma svincolata strutturalmente. In questo piano libero e totalmente vetrato, sono distribuiti gli uffici open space dove gli elementi strutturali vengono limitati attorno a patii triangolari e lungo il perimetro irregolare. Il tetto, a sua volta ruotato in funzione dell’orientamento solare rispetto alla sagoma obbligata del piano terra, è dotato di forti aggetti con funzion di schermatura solare e caratterizzato dalle bucature triangolari dei patii che garantiscono il comfort di un’illuminazione naturale diffusa a tutto il piano operativo.

 

Un’impiantistica all’avanguardia dotata di impianti tecnologici che sfruttano energie rinnovabili quali la geotermia e il solare fotovoltaico risponde alle prerogative di un edificio di Classe A. Lo sfruttamento dell’acqua di falda per la climatizzazione degli ambienti mediante pompe di calore ad alto rendimento viene ottimizzato grazie alla presenza di una riserva idrica antincendio. Inoltre l’acqua di falda, alimenta anche il sistema di irrigazione della vasta area verde.

 

L’illuminazione naturale al piano uffici, nelle varie condizioni stagionali, è garantito da un corretto orientamento delle facciate e da un calibrato uso degli aggetti rispetto a pareti quasi totalmente vetrate. L’uso del vetro è ponderato, in accordo con una classificazione energetica elevata, pur rimanendo elemento di pregio e fortemente caratterizzante l’ambiente di lavoro.

 

www.giuseppetortato.it

 

a cura della redazione

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico