Rigenerazione urbana sostenibile, il progetto E2Brera

Il progetto E2BRERA: ricerca, progettazione e applicazione di un pannello aerogel; di Elia Canclini, Stefano Perossi e Alessandro Regazzoni propone una sperimentazione e lo sviluppo applicativo della metodologia BIM in un edificio tecnologicamente innovativo.

 

Il progetto pensa ad un edificio capace di comunicare con le preesistenze storiche del consolidato contesto di Brera e al tempo stesso di ergersi a simbolo per le scelte innovative utilizzate, anche per quanto riguarda le funzioni caratterizzanti E2Brera.
Gli spazi pubblici sono destinati al melting pot artistico che ha reso il quartiere famoso in tutto il mondo: aspiranti artisti, studenti, tecnici specializzati, liberi professionisti di tutti i campi, possono incontrarsi per dare vita a nuove idee, in una sorta di “incubatore” o start-up.

 

In sintonia con questo filo conduttore gli spazi destinati ai bambini diventano un luogo di diffusione dell’educazione non formale, con lo svolgimento di attività ludico-didattiche.
Elemento caratterizzante del progetto è quindi la comunicazione, figurata dalla permeabilità visiva tra gli spazi, dove ciascun utente diventa ispiratore di idee.

 

Il titolo del progetto esprime obbiettivi e linee guida del progetto: E2Brera Energy Efficent Buildigs. Le ricerche effettuate in occasione del progetto hanno portato all’ideazione di un pannello in aerogel che supera le prestazioni di qualsiasi altro elemento attualmente presente sul mercato, e lo sviluppo di un modello BIM, adottando un approccio olistico alla progettazione, generale e specifica insieme, gestendo il livello di dettaglio delle informazioni e prevedendo molti dei problemi che si possono verificare in un normale iter progettuale.

 

Entrambe le esperienze sono state fondamentali per sviluppare soluzioni innovative ed energeticamente efficienti: il processo BIM ha permesso di ponderare diverse opzioni costruttive fino a definire pacchetti costruttivi con finitura in legno o fibrocemento tali da garantire armonia architettonica e un bilancio energetico ottimale; l’aggiunta dei pannelli in aerogel porta un ulteriore miglioramento della situazione di comfort interno e di permeabilità visiva della facciata senza diminuire le prestazioni energetiche di E2Brera.

 

Il progetto ha ricevuto una menzione d’onore all’undicesima edizione del Premio Italiano “Architettura Sostenibile” per la sezione Architettura e tecnologie sostenibili, la cui cerimonia di premiazione si è tenuta lo scorso 14 ottobre a Palazzo Tassoni Estense, sede del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara.

 

Secondo il parere della giuria del Premio “il progetto risolve in maniera estremamente professionale l’inserimento di un nuovo edificio in un contesto urbano già consolidato e con un’identità ben definita. Il sistema di facciata è innovativo per il disegno e l’uso di materiali e tecnologie di ultima generazione capaci di garantire elevati livelli di prestazioni energetiche


SCHEDA PROGETTO
E2Brera: ricerca, progettazione e applicazione di un pannello aerogel
Sperimentazione e sviluppo della metodologia BIM in un edificio tecnologicamente innovativo


Progetto
Elia Canclini, Stefano Perossi, Alessandro Regazzoni


Università
Politecnico di Milano
Facoltà di Ingegneria edile-Architettura


Relatore
Marco Imperadori


Correlatori
Matteo Brasca, Giuliana Iannaccone, Andrea Vanossi


Anno Accademico
2013-2014


Per ulteriori informazioni
www.premioarchitettura.it

 

Nell’immagine di apertura, Elia Canclini, Stefano Perossi, Alessandro Regazzoni, vista del progetto E2Brera

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico