Ricostruzione e riqualificazione, il Comune di L’Aquila tra i vincitori del Premio Urbanistica

Il Comune di L’Aquila, con il progetto di candidatura a città europea della cultura, è tra i nove progetti vincitori dell’ottava edizione del “Premio Urbanistica”, il concorso indetto dalla rivista scientifica dell’Istituto Nazionale di Urbanistica che dal 2006 seleziona i progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo, l’evento nazionale di riferimento per il marketing urbano e territoriale organizzato dall’Inu e da Urbit.

 

Nel corso dell’evento dello scorso anno i visitatori hanno scelto, tramite referendum, nove vincitori, suddivisi in tre categorie: Equilibrio degli interessi nel rapporto pubblico/privato, Inserimento nel contesto urbano, Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici.
Il progetto di candidatura de L’Aquila a città europea della cultura è vincitore per la sezione “Inserimento nel contesto urbano”.

 

Il terremoto del 6 aprile ha inferto un duro colpo alla comunità aquilana. Occorre qualcosa che abbia la capacità di innescare un processo di irrobustimento e accelerazione operativa: la conquista della designazione a Capitale Europea della Cultura per il 2019. Il Comune di L’Aquila è impegnato nella ricostituzione del proprio tessuto sociale e produttivo e nella ricostruzione dell’abitato ed ha avviato una intensa attività di ripianificazione dell’intero territorio.

 

La strategia si è sviluppata su tre livelli di approccio: strategico, settoriale ed urbanistico-edilizio. Per il primo livello è stato redatto un aggiornamento del Piano Strategico L’Aquila 2020; per il secondo livello è stato adottato nel marzo 2012 il Piano Urbano per la Mobilità; per il terzo livello, relativo alle attività urbanistiche sia ordinarie che della ricostruzione, l’amministrazione percorre due filoni di attività, provvedimenti discendenti dall’attività di pianificazione ordinaria e discendenti dall’evento sismico.

 

Il Piano di Ricostruzione dei centri storici di L’Aquila e Frazioni costituisce la nervatura della strategia di ricostruzione dell’abitato e di riarticolazione del territorio del capoluogo e dei centri fondatori. Esso prevede interventi diretti, attuabili con le tipologie di intervento stabilite dal DPR 380/2001, e interventi di riqualificazione urbana ed ambientale, i cosiddetti progetti strategici di iniziativa pubblica e privata, attuabili con le forme e le procedure delineate dalla vigente disciplina urbanistica regionale.

 

Il 2019 è un anno importante, perché segnerà il decimo anniversario del sisma e per quella data l’ambizione di L’Aquila è di presentarsi agli occhi dell’Europa con un’identità ritrovata, con il centro storico rigenerato fisicamente e moralmente, con le eccellenti potenzialità produttive rianimate.

 

Per la categoria “Inserimento nel contesto urbano”, oltre al Comune dell’Aquila, hanno prevalso la Confcommercio con il progetto di riqualificazione e rivitalizzazione economica del centro storico di Bassano del Grappa, e Toscana Promozione con il recupero dell’ex area industriale Fabbrichina a Colle Valle d’Elsa.

 

I progetti vincitori saranno premiati nel corso dell’undicesima edizione di Urbanpromo, in programma dall’11 al 14 novembre prossimi alla Triennale di Milano.


Per ulteriori informazioni
www.inu.it

 

Nell’immagine, vista del progetto vincitore del Concorso di progettazione per il Parco urbano di Piazza d’Armi. Vista aerea generale (Cibinel Laurenti Martocchia Architetti Associati)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico