Ricostruzione e riqualificazione del patrimonio storico, a Made Expo terza edizione di Borghi e Centri storici

Recupero edilizio, adeguamento antisismico, protezione idrogeologica dei centri storici e tecnologie per il recupero e la riqualificazione del patrimonio storico e monumentale: sono solo alcuni dei temi al centro dell’iniziativa Borghi & Centri Storici a Made Expo 2012, dedicata alla valorizzazione dei centri urbani presenti sul territorio italiano nelle loro possibili “declinazioni” e funzioni d’uso: turistiche, produttive, culturali e sociali.

 

In occasione della terza edizione dell’iniziativa, interverrà il Ministro della Coesione Territoriale, Fabrizio Barca, giovedì 18 ottobre alle ore 14.30 al convegno “Politiche Territoriali. Scenari e tendenze”, presso l’area Borghi & Centri Storici, padiglione 2. La presenza del Ministro Barca conferma l’attenzione che le Istituzioni riservano a Made Expo e in particolare alla necessità di supportare le progettualità e i processi di recupero e valorizzazione del patrimonio storico immobiliare anche nelle aree interne del nostro Paese, coniugandole con le altrettanto necessarie iniziative di sviluppo socio-economico.
Made Expo sostiene la ripresa del settore promuovendo le opere di riqualificazione e di valorizzazione dell’esistente. Borghi & Centri Storici è dedicato proprio ai progetti di valorizzazione dei piccoli centri urbani, vero patrimonio italiano da recuperare e riscoprire. Doveroso l’interesse dedicato alla ricostruzione del patrimonio storico e culturale dei comuni colpiti dal terremoto dello scorso maggio per continuare a tenere alta l’attenzione sulle problematiche conseguenti al sisma. Un’urgenza, quella dell’intervento su scala urbana e dell’adeguamento antisismico del patrimonio pubblico e privato che a Made Expo trova il giusto riconoscimento.

 

Durante la manifestazione saranno presenti nello spazio espositivo i comuni colpiti dal sisma:
– Mirabello (FE);
– Concordia sulla Secchia (MO);
– San Felice Sul Panaro (MO);
– San Benedetto Po (MN);
– Bondeno (FE);
– Finale Emilia (MO).

 

Quest’ultimo è al centro di un importante progetto di ricostruzione con il nuovo Complesso scolastico Sacro Cuore: la struttura antisismica ed ecologica avrà un’ampiezza totale di 1600 metri quadrati e accoglierà fino a 240 bambini da 2 a 6 anni. Un gesto concreto della solidarietà di Made Expo, FederlegnoArredo e Cosmit, che parte dalla realizzazione di un asilo in cui le attività scolastiche potranno iniziare già dai primi di novembre. La presenza dei comuni in fiera sarà utile a presentare iniziative e progetti di recupero e ricostruzione del patrimonio storico e facilitare, in questo modo, l’attivazione di rapporti e relazioni con aziende e istituzioni per favorire una rapida ripresa delle attività di sviluppo socio-economico del territorio.

 

Sono diversi gli ambiti che caratterizzeranno, in un’ottica dichiaratamente multidisciplinare sia l’area espositiva, che vedrà una presenza importante della Regione Campania, sia il programma degli eventi e della convegnistica: centri storici e rischio sismico; recupero edilizio, sostenibilità ed efficienza energetica; politiche territoriali; sviluppo immobiliare e turistico dei borghi italiani, con un focus su una nutrita serie di progetti promossi da operatori privati e comuni che verranno presentati in anteprima durante i quattro giorni della manifestazione. Borghi & Centri Storici prevede inoltre convegni e seminari di approfondimento a cui prenderanno parte importanti ospiti tra cui Vittorio Cogliati Dezza (presidente di Legambiente), Giuliano Poletti (presidente di Legacoop), Daniele Kihlgren (lo scopritore dei borghi), Giuseppe De Mita (vicepresidente della Regione Campania), Francesco Karrer (presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici).

 

Al centro degli incontri, dedicati specificatamente a chi guarda alla riqualificazione del patrimonio immobiliare e paesaggistico italiano come volano per il rilancio dell’intera filiera produttiva connessa al settore del recupero del patrimonio e del costruito storico, procedure, linee-guida, materiali, best practices, programmi di finanziamento e procedure di rating dei borghi. Ma Borghi & Centri Storici è anche il luogo che favorisce, ormai da tre anni, il matching tra domanda e offerta di progettualità sul tema, coinvolgendo gli operatori della finanza, della gestione e dell’immobiliare.
Speciale attenzione sarà data anche alla gestione delle emergenze, alla prevenzione dei rischi e ai processi di sviluppo economico post sisma. Particolare rilievo assume, inoltre, la tematica legata alla riqualificazione energetico ambientale del patrimonio storico, attraverso l’utilizzo delle fonti rinnovabili, dell’efficientamento e della rifunzionalizzazione sostenibile. Temi sempre più al centro dell’attenzione di enti, amministrazioni e privati che mirano a rendere i centri storici dei veri e propri esempi innovativi di qualità ambientale ed ecologica con l’adozione, da un lato, di sistemi altamente tecnologici e dall’altro di soluzioni gestionali per la valorizzazione di tale patrimonio.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico