Richard Meier, Lectio Magistralis sull’architettura

“… L’Architettura è un continuum; ogni generazione informa quelle seguenti. I lavori di Le Corbusier o Borromini o Bramante mi sono fondamentali per comprendere la strutturazione dello spazio. Quello che io faccio è diverso da quello che è stato fatto nei periodi precedenti, ma c’è sempre una relazione alla dimensione umana…”.
Richard Meier

 

Si terrà lunedì 11 aprile presso il Politecnico di Milano la Lectio Magistralis di Richard Meier. L’incontro è organizzato dalla rivista The Plan con la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano.

 

Programma della conferenza: 
Benvenuto
Vicepreside, Scuola di Architettura e Società,
Prof. Gianni Scudo e per ICAR 14, Prof. Roberto Spagnolo

 

Introduzione
Nicola Leonardi, Direttore The Plan

 

Lectio Magistralis
Richard Meier
Segue rinfresco, aperto al pubblico presente in sala

 

Scarica la locandina

 

Richard Meier, architetto americano, importante esponente del purismo formale del Movimento Moderno, è nato nel 1934 a Newark, la più grande città nello Stato di New Jersey, nei pressi di New York. Si è laureato all’Università di Cornell, a New York, nel 1957. Sulla sua esperienza universitaria ha detto: “Cornell era molto liberale ed aperta e dava agli studenti la possibilità di imparare liberi dalle influenze dominanti”. Dopo essersi laureato, Meier ha viaggiato attraverso l’Europa e ha avuto l’occasione di incontrare, in Francia, Le Corbusier. Quell’incontro e la giovanile ammirazione per il maestro svizzero giustificano, forse, i paragoni frequenti che vengono fatti tra le opere di Meier e quelle di Le Corbusier. Egli stesso ha affermato “…Evidentemente, io non avrei potuto creare i miei edifici senza conoscere ed amare i lavori di Le Corbusier. Le Corbusier ha esercitato una grande influenza sul mio modo di creare lo spazio”.
Tra il 1958 e il 1963, Meier ha lavorato con molti studi di architettura, tra i quali SOM (Skidmore, Owings & Merrill), considerato uno dei più grandi studi di architettura degli Stati Uniti, e lo studio di Marcel Breuer (1960 al 1963). Nel 1963, nel suo appartamento, ha avuto inizio la sua attività professionale privata con la realizzazione di una residenza per i genitori a Essex Fells, nel New Jersey. Nel 1965 una delle sue prime commissioni residenziali, la Smith House in Darien Connecticut, lo ha reso noto a livello nazionale.
Nel 1967 ha lavorato alla conversione dei vecchi laboratori della compagnia telefonica Bell al Greenwich Village di Manhattan, ottenendo il favore della critica architettonica. Altro esempio dei suoi esordi professionali è la realizzazione dello studio ed appartamento dell’artista e amico Frank Stella, personaggio che ha influenzato notevolmente la sua estetica. È stato membro del gruppo “Five Architects” (Peter Eisenman, John Heiduk, Michael Graves, Charles Gwathmey e Richard Meier), conosciuto anche come “White Architects”, che si rifaceva al linguaggio di Le Corbusier. Nel 1973 la Casa Douglas, una costruzione bianca immersa in una collina boscosa, è stata accolta con grande successo dalla stampa specializzata. Nel 1975 è stato visiting professor presso la facoltà di Architettura dell’Università di Yale. Risale al 1979 il suo primo incarico in Europa, per la progettazione del Frankfurt Museum for Decorative Arts in Germania, una nuova realizzazione che si integra con la preesistente ottocentesca Villa Metzler.
Il prestigio di Meier si è consolidato a seguito dei premi e riconoscimenti ricevuti per i suoi più grandi progetti, come il Bronx Development Center. Nel 1980 gli è stata conferita la Medal of Honor dal New York Chapter dell’American Institute of Architects.
Gli anni Ottanta hanno segnato la sua affermazione a scala internazionale. Sono stati gli anni in cui ha realizzato l’High Museum of Art, ha ricevuto il Pritzker Prize, gli sono stati affidati il Getty Center a Los Angeles, il Centro Amministrativo e Culturale di Ulm, la City Hall e la Central Library a The Hague.
Nel 1984, a 49anni, Richard Meier è stato il più giovane architetto a ricevere il Pritzker Prize, il riconoscimento più importante nel campo dell’architettura. Nello stesso anno, gli è stato affidato l’incarico di progettare il Getty Center a Los Angeles in California. Nel 1989 ha ricevuto la Royal Gold Medal dal Royal Institute of British Architects (RIBA). Nel 1991 ha ricevuto la laurea ad honorem dall’Università di Napoli “Federico II”. Nel 1992 il Governo francese lo ha onorato come Commander of Art and Letters. Nel 1995 è stato eletto Membro dell’American Academy of Arts and Sciences.

 

SCHEDA EVENTO

Richard Meier
Lectio Magistralis

 

Luogo
Scuola di Architettura e Società
Politecnico di Milano
Aula “ E.N. Rogers”
Via Ampère, 2
Milano

 

Data
Lunedì 11 aprile 2011

 

Orario
Ore 18.00

Ai partecipanti sarà data una copia del N°048 di The Plan in omaggio

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico