Restauro e conservazione, lo ‘Spiritual Center’ di LP Architektur menzionato al Premio Domus

Sono stati proclamati lo scorso 28 marzo 2012 a Palazzo Tassoni Estense, sede del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, i vincitori e i menzionato della Seconda Edizione del Premio “Domus Restauro e Conservazione”. I progetti sono stati presentati in una conferenza al Salone dell’arte e del Restauro di Ferrara il 29 marzo, alla presenza degli stessi progettisti selezionati dalla giuria. I risultati della seconda edizione del premio sono stati inoltre oggetto di una mostra allestita al Salone del Restauro.

 

Per la categoria “Opere realizzate” sono stati assegnati otto premi: una medaglia d’oro, tre medaglie d’argento e quattro menzioni speciali.
Tra i progetti menzionati, lo Spiritual Center ad Altenmarkt, Austria, dell’architetto Tom Lechner, studio LP Architektur, un edificio storico esistente da duecento anni riconvertito in un nuovo centro spirituale secondo un’azione progettuale basata sulla conservazione del carattere dell’esistente “Blockbaus” e di limitarne al minimo i cambiamenti nonostante il nuovo uso.
L’ingresso dell’intero complesso è posto sul lato nord e conduce in un corridoio aperto e non riscaldato che si fonde con un nuovo corpo scale. In questa spazio, i muri esterni producono, insieme alla luce proveniente dalla copertura, un’illuminazione caratteristica della “Blockbaus”.
Il piano terra è diviso in due aree funzionali: una distributiva, non isolata e non riscaldata dove gli antichi muri rimangono visibili, e una di meditazione con stanze annesse, isolata termicamente con calcestruzzo. Il piano superiore, con la struttura muraria portante parzialmente conservata, è utilizzato come spazio multifunzionale; le partizioni che suddividono le stanze infatti, sono mobili e rendono l’ambiente flessibile.
La hall isolata è coperta da tre layer di pannelli di legno di abete; verso sud l’esistente porta del fienile assume una nuova forma, il “Tennbruecke” (ponte) rimane e funge da uscita diretta verso la natura circostante.
Il progetto è sviluppato con grande attenzione e sensibilità rispetto a tutti gli ambienti e si integra in modo naturale alle strutture esistenti, lasciando invariate le caratteristiche esterne e l’illuminazione. L’utilizzo di materiali semplici, che consente una rispettosa integrazione con il l’edificio preesistente, si configura come scelta sostenibile anche in termini economici.

 

Secondo il parere della giuria, “l’intervento si caratterizza per la grande attenzione posta alla preesistenza nella sua essenzialità materica e figurativa. La nuova destinazione d’uso risulta ben calibrata sia nella misurata e parziale sovrapposizione delle nuove pareti isolanti, sia nella scelta dei materiali impiegati e nel delicatissimo rapporto tra la preesistenza e l’ambiente naturale circostante”.

 

Per ulteriori informazioni
www.premiorestauro.it

 

Nell’immagine di apertura, Spiritual Center, Altenmarkt, Austria, architetto Tom Lechner, studio LP Architektur. Vista interna di dettaglio dell’area di meditazione

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico