Renzo Piano: inaugurato The Shard, scheggia di vetro nel cuore di Londra

È stata inaugurata lo scorso 5 luglio la nuova opera di Renzo Piano, The London Bridge Tower, meglio nota come The Shard, la scheggia di vetro che ha trafitto il cuore di Londra e che per qualche giorno ha rubato la scena all’architettura olimpica, riportando l’attenzione della stampa nel quartiere centrale di Southwark affacciato sulla sponda sud del Tamigi.

 

Nei suoi 310 metri di altezza ospita settantadue piani di uffici, residenze e hotel: lo Shard è al momento l’edificio più alto d’Europa e rappresenta la risposta alla richiesta della municipalità di Londra di densificare la città in corrispondenza dei principali nodi infrastrutturali.
Il progetto fa parte di un più ampio programma di riqualificazione della zona che prevede il restyling della stazione dei treni e degli autobus, con la creazione di due piazze pubbliche che diventeranno il fulcro dell’area.
Poco importa se Londra non ha una grande tradizione di edifici high rise, tanto meno nella zona di London Bridge: la forma frastagliata e piramidale dello Shard si innalza con prepotenza tra gli edifici bassi adagiati sulla sponda del Tamigi, movimentando lo skyline londinese con i giochi di luce creati dai riflessi della facciata.

 

L’edificio è caratterizzato da una doppia pelle costituita da una vetrata passiva che avvolge l’anima centrale in cemento armato in cui trovano posto i 44 ascensori che connettono i piani ai vari ingressi dell’edificio. Per il comfort ambientale l’involucro vetrato è dotato di un sistema di oscuramento meccanizzato e tra le “fratture” in cui si articola il volume sono stati ritagliati giardini d’inverno ventilati naturalmente che offrono a uffici e residenze uno spazio vitale spesso negato in edifici di questo tipo.
La forma piramidale deriva da una scelta architettonica che, come spiega Renzo Piano, non nasce per caso ma segue il decrescente peso delle funzioni (uffici, hotel, appartamenti) e ricorda le guglie a spirale delle chiese di Londra costruite dall’architetto di St. Paul, Christopher Wren, come precisi segnali urbani nella ricostruzione della città dopo il grande incendio del 1666”.

 

Inaugurato con un sorprendente spettacolo di luci accompagnato dall’esibizione della London Philharmonic Orchestra, lo Shard verrà ufficialmente aperto al pubblico nel 2013; coloro che non reggono l’impatto visivo di questo edificio sulla vecchia Londra, potranno almeno consolarsi salendo alla terrazza panoramica posta a 240 metri di altezza dal suolo per ammirare da un punto privilegiato l’amata City.


di Simona Ferrioli


SCHEDA PROGETTO
The Shard
London Bridge Tower


Luogo
Southwark, Londra


Developer
Sellar Group


Progettisti
Renzo Piano Building Workshop


Collaboratori
Adamson Associates


Structural Engineer
WSP


Services Engineer
Arup


Cronologia
progetto: 2000
realizzazione: 2012


Per ulteriori informazioni
www.rpbw.com

the-shard.com


Nell’immagine di apertura, vista di The Shard, Londra, Renzo Piano Building Workshop. Foto © M. Denancé


Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico