Quarto conto energia. Regole applicative incentivi fotovoltaico: soddisfazione dell’ente di certificazione Icim

Sono state pubblicate ieri le regole applicative del dm 5 maggio 2011. L’Icim, l’ente di certificazione indipendente accreditato al rilascio delle previste Factory Ispection, ha espresso soddisfazione per la chiarezza sulla maggiore incentivazione prevista dal IV Conto Energia per l’utilizzo di componenti prodotti nell’Unione Europea.

 

Scarica i documenti:
Regole applicative per il riconoscimento delle tariffe incentivanti previste dal dm 5 maggio 2011 (Quarto Conto Energia per il fotovoltaico)
Regole tecniche per l’iscrizione al registro per i grandi impianti fotovoltaici di cui al d.m. 5 maggio 2011

 
“Abbiamo appreso con soddisfazione della pubblicazione delle regole applicative del IV Conto Energia per il fotovoltaico – dice Gaetano Trizio, Amministratore Delegato di Icim spa – in particolar modo per ciò che concerne la maggiorazione del 10% sulla componente incentivante per l’utilizzo di componenti prodotti nell’Unione Europea. Ci erano, infatti, giunte in tal senso, moltissime richieste da aziende clienti e da nuove realtà che si sono rivolte a noi – quale ente di certificazione indipendente accreditato IECEE – per poter lavorare in tranquillità, nel rispetto delle regole e della corretta pianificazione degli investimenti. La linea guida recepisce integralmente l’obiettivo del legislatore di rafforzare il posizionamento competitivo delle aziende italiane nella filiera del fotovoltaico e ICIM vuole mettere in campo la propria competenza ed esperienza per aiutare il mondo imprenditoriale nazionale a qualificare sempre più la propria offerta puntando su qualità e innovazione”

 

Le tabelle pubblicate esprimono chiaramente sia le fasi della lavorazione che devono avvenire nei siti produttivi UE sia i componenti di origine UE che possono essere inclusi nella produzione dei pannelli fotovoltaici e degli inverter, e tengono conto in modo complessivo delle strutture accessorie e dei complementi.
La verifica della realizzazione dei moduli e di tutte le condizioni che danno accesso al riconoscimento della maggior tariffa incentivante dovrà essere attestata attraverso un certificato di ispezione di fabbrica (Factory Inspection) rilasciato da un ente terzo notificato a livello europeo in ambito fotovoltaico. Ovvero, poiché le norme per la verifica di conformità dei moduli sono emesse dalla IEC (International Electrotechnical Commission) e recepite in ambito nazionale, gli enti che appartengono all’IECEE (IEC System of Conformity Assessment Schemes for Electrotechnical Equipment and Components) sono quelli titolati a emettere il certificato di ispezione di fabbrica riconosciuto a livello internazionale.
 “Questa nuova regola attuativa” conclude Trizio “non può che favorire la trasparenza delle procedure e del mercato ed essere garanzia di un’industria di qualità”.

 

Nei prossimi giorni sarà pubblicata la Guida alle applicazioni innovative per l’integrazione architettonica del fotovoltaico, contenute nello stesso decreto.

 

 

Icim spa è un Ente di Certificazione fondato a Milano nel 1988, tra i pochi a livello internazionale (16 al mondo, 8 in Europa) a essere riconosciuto all’interno dell’accordo IECEE per il rilascio del CB Scheme. Già molto forte nella certificazione industriale per meccanica e impiantistica, sistemi di gestione per la qualità, ambiente e sicurezza sul lavoro, prodotti per la sicurezza antieffrazione e la termoidraulica, ha saputo affermarsi quale riferimento italiano, e uno dei massimo esperti al mondo, nella certificazione delle fonti di energie rinnovabili. ICIM opera in tutti i settori di energia da fonti fossili o rinnovabili e dell’efficienza energetica: solare-termico, fotovoltaico, idroelettrico, termoelettrico, eolico, geotermico, sistemi di gestione dell’energia, dichiarazione ambientale e controllo delle emissioni, edilizia (certificazione “edificio sostenibile”), biomasse e biocombustibili. ICIM è anche l’unico organismo accreditato per il rilascio del marchio Solar KeyMark in Italia.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico