Qualità urbana e ambientale, nuovo polo d’interscambio a Salerno

Il progetto per un nuovo polo d’interscambio nella città di Salerno, promosso dall’azienda della mobilità CSTP e progettato dal RTP Sabbatino – Ferrara – Marino, è tra i dieci progetti vincitori della sesta edizione del premio “Urbanistica”. Il concorso, indetto dalla rivista scientifica dell’Istituto Nazionale di Urbanistica dal 2006, seleziona i progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo, l’evento nazionale di riferimento per il marketing urbano e territoriale promosso dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit. I visitatori della rassegna esprimono in forma anonima una preferenza per ciascuna delle tre sezioni previste: “Inserimento nel contesto urbano”, “Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici”, “Equilibrio degli interessi nel rapporto pubblico/privato”.

 

Oltre al progetto per la mobilità della città di Salerno, il referendum svoltosi nell’edizione 2011 di Urbanpromo ha visto prevalere, nella sezione “Inserimento nel contesto urbano”, la rigenerazione urbana dell’Area Ex Mercato Ortofrutticolo di Bologna, un modello di “Città di Transizione” tra tessuto urbano e campagna del Comune di Bari e il programma di urban regeneration in un quartiere centrale di Messina, promosso dalla STU “Il Tirone” e presentato alla manifestazione dallo Studio FC&RR Associati Srl.

 

Il processo di evoluzione della città di Salerno si è materializzato nella redazione del P.U.C. che ha posto l’attenzione sulla qualità urbana e ambientale. Una rivalutazione della città sia nel suo specifico urbano, che come polo di riferimento di servizi e infrastrutture per un territorio vasto e prestigioso. Una “città del turismo” dotata di una rete di servizi per il tempo libero e la cultura, ma anche di riferimento per l’intero comprensorio territoriale.
Le scelte programmatiche sono impostate sulla crescita e rivalutazione del sistema ricettivo, collegato ad un articolato programma: la costruzione del porto turistico e il potenziamento del porto commerciale con conseguente riorganizzazione del sistema della mobilità.
In tale contesto urbanistico si innesta il progetto della CSTP, azienda della mobilità di Salerno, per la realizzazione di un polo di interscambio che insieme alle strutture necessarie al terminal inserisce funzioni commerciali, ricettive, direzionali e di servizio. Localizzato nella zona compresa tra lo svincolo autostradale e il litorale in prossimità dello stadio Arechi, risulta facilmente accessibile dal resto del territorio.
L’area individuata è posta in luogo strategico per la realizzazione di una rete di collegamenti con gli scali turistico-commerciali territoriali: l’aeroporto di Salerno “Costa d’Amalfi”, la stazione ferroviaria, il porto commerciale, e il futuro porto turistico “Marina d’Arechi”. L’intervento sarà dunque generatore di un nuovo ambiente urbano.


SCHEDA PROGETTO
Nuovo polo d’interscambio nella città di Salerno


Soggetto promotore
CSTP azienda della mobilità di Salerno


Progettisti RTP
ing. Rosario Sabbatino, capogruppo
arch. Teresa Ferrara
ing. Nunziante Marino
arch. Angelo Santitoro, collaboratore

 

I dieci vincitori saranno premiati in un’apposita cerimonia nel corso dell’evento “Urbanpromo rigenerazione urbana”, che si svolgerà a Bologna, a Palazzo D’Accursio e alla Salaborsa Urban Center, dal 7 al 10 novembre. “Urbanpromo rigenerazione urbana” sarà il secondo evento in programma quest’anno: sarà preceduto da “Urbanpromo social housing”, l’11 e il 12 ottobre a Torino, al Circolo dei lettori presso Palazzo Graneri della Roccia.


Per ulteriori informazioni
www.inu.it

 

Nell’immagine di apertura, vista del progetto per il nuovo polo d’interscambio nella città di Salerno

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico