Progetto Zahrat. La Rosa del Deserto

ADTA (Abu Dhabi Tourism Authority) ha recentemente approvato il progetto di massima di un intervento turistico alberghiero nel deserto, sviluppato da Ai Engineering Abu Dhabi, per conto del gruppo imprenditoriale Al Masood Travel & Services degli Emirati Arabi.
Il progetto Zahrat al Sahara Desert Camp, che tradotto vuol dire “La Rosa del Deserto”, è relativo ad un resort a cinque stelle da realizzarsi nel deserto tra Abu Dhabi ed al Ain, in un cornice naturale stupenda, con criteri di ecocompatibilità. Complessivamente verranno costruiti circa 11.000 mq con un investimento stimato intorno a 100.000.000 DHS (circa 20.000.000 Euro).
Il resort si compone di 50 ville (completamente tendate), ubicate sul terreno in modo tale da garantire a ciascuna di esse una totale privacy. A servizio degli ospiti è previsto un corpo centrale dove sono localizzati il ricevimento, il bar, il ristorante, la lounge area ed una grande piscina con solarium. Nell’area si prevede anche di realizzare una serie di attività sportive ed un heritage, utilizzabili anche da pubblico esterno.
La progettazione è improntata sul massimo rispetto dell’ambiente, con l’utilizzo di materiali e sistemi costruttivi della tradizione locale, al fine di ridurre per quanto possibile l’utilizzo delle moderne tecnologie e garantire un corretto livello di benessere:
Ai Engineering si sta attualmente relazionando con gli esperti ambientali di ADTA per definire nel dettaglio gli interventi da effettuarsi per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità ed ecocompatibilità prevista. Tra le soluzioni adottate, Ai ha previsto lo studio di palme tecnologiche atte a produrre energia elettrica e posto particolare attenzione al ciclo integrato delle acque. Con il numero di palme previste in progetto si riesce a soddisfare, come richiesto dal cliente, il 30% del fabbisogno energetico complessivo.

Ai Studio, con sede a Torino, opera da anni con la collegata AI Engineering s.r.l. nel campo dell’ingegneria in modo interdisciplinare integrato. Attraverso i diversi settori in cui è organizzata ha sviluppato specifiche competenze in campo architettonico, edilizio, strutturale, impiantistico, ambientale, infrastrutturale e nei servizi di ingegneria integrata: organizzazione che consente di svolgere totalmente al proprio interno le attività di progettazione.
Ai Engineering sta svolgendo una intensa attività negli Emirati Arabi Uniti, che ha portato all’apertura nel 2007 di una propria filiale, composta da un nutrito organico di tecnici, principalmente italiani. La filiale svolge attività di consulenza globale, dal concept al controllo dei lavori, per interventi edilizi di grandi dimensioni.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico