Progetto Totale, i fratelli Castiglioni in mostra a Milano

La Fondazione Achille Castiglioni ha realizzato una mostra dedicata a una delle architetture più significative eseguite dai fratelli Castiglioni, la ristrutturazione della Camera di Commercio di Milano.

 

Nel 1952 Achille e Pier Giacomo Castiglioni ottennero l’incarico per ristrutturare l’intero palazzo della Camera di Commercio in parte distrutto dai bombardamenti del 1943. La progettazione e la ristrutturazione avviate nel 1953 terminarono con l’inaugurazione nel 1958. Il lavoro fu particolarmente complesso sia per quanto riguarda la realizzazione degli spazi operativi sia per la realizzazione dei locali della direzione del primo piano, dove hanno trovato spazio alcune opere artistiche eseguite ad hoc. Inoltre i fratelli Castiglioni hanno per questo progetto appositamente disegnato anche alcuni oggetti di arredo, lampade, tavoli, sedute.

 

Questo lavoro si configura quindi come un “progetto totale” dove i progettisti sono intervenuti operando su tutti gli aspetti della ristrutturazione – esterni, interni, arredo, illuminazione –, coinvolgendo diverse aziende e fornitori e utilizzando molti materiali e lavorazioni e che, oggi, coinvolge lo sterminato materiale d’archivio della Camera di Commercio e della Fondazione Achille Castiglioni. L’invito è quello di lasciarsi andare all’esplorazione perché l’orientamento di senso e di percorso è a discrezione dell’ospite.

 

Lo scopo dell’esposizione Progetto totale è mostrare la ricchezza e la complessità dell’iter progettuale compiuto per Camera di Commercio, dandone una visione d’insieme attraverso la ricostruzione di un ambiente il più possibile vicino all’originale con la presenza di documenti inediti, oggetti sconosciuti o copie realizzate in tempi successivi.
La mostra è articolata in tutti gli spazi della Fondazione Achille Castiglioni per ripercorrerne passo passo gli elementi compositi del progetto.

 

Nell’atrio di ingresso della Fondazione è posizionata una gigantografia rappresentante la facciata della Camera di Commercio per introdurre il visitatore alla mostra e fornirgli anche le informazioni per visitare le opera d’arte custodite presso la sede della Camera di Commercio. La facciata principale su via Meravigli, opera del 1880 degli ingegneri Ponti e Bordoli con aggiunte dell’architetto Ulisse Stacchini del 1943, è stata in gran parte danneggiata dai bombardamenti; l’opera di ristrutturazione si è realizzata principalmente nel sostituire ai due ordini di finestre arcuate preesistenti tre ordini di finestre (con l’aggiunta di un terzo piano). Sono stati invece conservati e ricostruiti la trabeazione tra il piano terra e il primo piano, i tre balconi, tutti i portali a piano terra comprese le colonne abbinate e il cornicione di gronda con il fregio, le mensole e i rosoni.

 

Nella sala dei tecnigrafi sono realizzati tre “tamburi” rotanti sui quali sono posizionate copie dei documenti d’archivio. Ogni tamburo mostra i documenti di uno dei tre piani principali: i disegni di progettazione, le foto della ristrutturazione dai danni bellici e il completamento dei locali e degli arredi. L’obiettivo è mostrare il passaggio dal piano progettuale fino alla realizzazione dei locali e la sistemazione degli arredi, evidenziando gli aspetti più significativi. Posizionandosi tra i tre cilindri è possibile fare una breve visita virtual-analogica dell’intero progetto apprezzandone poi i particolari e i dettagli nelle altre stanze della fondazione. Sono inoltre visibili i campioni dei marmi che sono stati utilizzati per le pavimentazioni e la decorazione di alcune sale della Camera di Commercio.

 

Nella sala dei prototipi sono esposte le maquette per evidenziare alcune locali, l’androne d’entrata e la scala principale e parte dell’auditorium. Sull’asse della corsia di porfido dell’ingresso è collocata la scultura in bronzo rappresentante Sant’Ambrogio.
I modelli consentono ai visitatori di visionare tridimensionalmente la ristrutturazione del 1958 e qualora volessero recarsi presso la Camera di Commercio la differenza con quanto ristrutturato nel 2001.

 

Nella sala dello specchio sono presentati una parte degli arredi realizzati ad hoc per la Camera di Commercio. In particolare sono presentate le poltroncine Babela, una delle scrivanie progettate per gli impiegati e due mobili porta-telefono disegnati in due versioni, una in legno per gli uffici della direzione e l’altra con struttura in ferro per gli altri uffici. La poltroncina Babela (oggi rieditata con struttura in legno dall’azienda Tacchini) è presentata nelle due forme: l’originale di cui la Fondazione possiede due esemplari con struttura in ferro e imbottitura in tessuto e quella rieditata in legno, sempre in tessuto.

 

Infine, nella sala riunioni della Fondazione è ricreata la sala consiglio della Camera di Commercio con una copia della lampada sali-scendi disegnata appositamente per questo locale e ora editata da Stilnovo. Sul tavolo della sala riunioni sono disposte alcune copie delle documentazioni originali (lettere, schizzi, disegni).

 

SCHEDA EVENTO

 

Progetto Totale, Camera di Commercio Industria e Agricoltura di Milano

 

Progetto grafico e allestimento
Marco Marzini

 

Luogo
Fondazione Achille Castiglioni
Piazza Castello 27, Milano

 

Periodo
dal 13 marzo al 31 luglio 2014

 

Per ulteriori informazioni
Tel. 02 805 3606
E-mail: fondazione@achillecastiglioni.it
www.fondazioneachillecastiglioni.it

 

Nell’immagine di apertura, vista di alcuni dei plastici di progetto esposti in mostra

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico