Progetto green, seconda edizione dei concorsi Active Architecture e Active Design

Due premi, Active Architecture e Active Design con l’intento di proporre progetti innovativi che valorizzino al contempo i materiali ecosostenibili proposti dalle aziende e una nuova idea di progettare ecologico.

 

GranitiFiandre, Iris Ceramica e FMG Fabbrica Marmi e Graniti in collaborazione con QN-il Resto del Carlino, indicono la seconda edizione dei due premi rivolti al mondo dell’architettura e del design che hanno visto lo scorso anno lo svolgersi della prima fortunata edizione.ù
Con questa iniziativa il Gruppo Fiandre/Iris Ceramica, leader mondiale nel settore, vuole veicolare un messaggio fondamentale – commenta il Presidente e AD Graziano VerdiDisegnare oggi i progetti di domani, un domani che può essere migliore anche grazie ad un’accresciuta attenzione verso ogni settore del vivere, anche nel costruire responsabile e nell’ideare, da parte nostra, materiali che possano essere di stimolo a chi progetta le nostre città”.

 

Innovazione, funzionalità, estetica e soprattutto capacità di apportare benefici ambientali: sono questi i criteri che utilizzerà la Commissione nella valutazione dei lavori.
Gli obiettivi dei due premi sono ben distinti: mentre Active Architecture si rivolge a tutti i professionisti e agli addetti al settore che con l’aiuto di materiali eco-attivi ed ecosostenibili Active Clean Air & Antibacterial CeramicTM si impegnino a realizzare un costruire “verde”, il premio Active Design è orientato maggiormente all’interior, per tutti gli operatori che desiderino ripensare e ridisegnare l’architettura di interni in un’ottica sia di sostenibilità sia di benessere, alla ricerca di una concezione futuristica di design.

 

Dopo il successo dell’edizione precedente, abbiamo scelto di continuare a premiare le idee del futuro – prosegue il Presidente Verdi – invitiamo gli architetti e i designer a fare un passo avanti verso l’avvenire, per trasformare insieme l’idea di architettura. Quest’anno abbiamo voluto coinvolgere anche imprese, committenti e distributori, per dare un’ulteriore spinta a tutta la filiera al fine di prediligere materiali ecosostenibili nell’ideazione dei progetti, siano essi residenziali o commerciali”.

 

I progetti inviati saranno valutati da una giuria di professionisti composta da architetti quali Ettore Mocchetti (direttore AD Architectural Digest), Luca Molinari (Architetto e Professore presso la Seconda Facoltà di Architettura di Napoli), Luca Drago (Open Project) e Sara Eleonora Giorgia Parodi (Studio Deepp), questi ultimi vincitori della prima edizione del premio, dal designer Matteo Nunziati e dal digital artist Giuseppe La Spada, insieme a Duccio Campagnoli (Presidente di Bologna Fiere), Gino Malacarne (Preside della facoltà di Architettura “Aldo Rossi”, Università di Bologna), Pierluigi Visci (Direttore Responsabile de il Resto del Carlino), oltre al Presidente e AD delle due aziende coinvolte, Graziano Verdi, e con il contributo del direttore Key Account Fiandre Gianfranco Sassi.
Il Premio per i vincitori di ogni categoria sarà un cofanetto TravelClub, che permetterà ai vincitori di scegliere tra centinaia di destinazioni ecocompatibili la soluzione preferita.

 

Il concorso si concluderà il 31 marzo 2012, data limite per la consegna dei materiali, mentre la Commissione giudicatrice si riunirà nella prima metà del mese di aprile 2012 per decretare i vincitori.

 

Per ulteriori informazioni
Active Architecture
www.granitifiandre.it
www.iris-group.it

 

Nell’immagine, il progetto di Open Project vincitore della scorsa edizione del premio Active Architecture

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico