Progetto e gestione degli spazi pubblici, il concorso nazionale

Il Concorso Progetto e gestione degli spazi pubblici si propone di mettere in evidenza buone pratiche e sperimentazioni finalizzate al mantenimento nel tempo di alti livelli di qualità, fruibilità e vivibilità e premiare la relazione virtuosa tra Amministrazione-progettista-gestore, sia in termini di nuove realizzazioni che di recuperi di spazi pubblici degradati. Obiettivo del Concorso è la raccolta di una casistica di esempi di realizzazione di spazi pubblici che mostrino la capacità di coniugare la manutenzione e gestione degli spazi pubblici realizzati con la qualità del progetto e delle attività che in essi si svolgono.

 

Il Concorso è promosso dall’INU (Istituto Nazionale di Urbanistica), dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in collaborazione con CNAPPC (Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori), In/Arch (Istituto Nazionale Architettura), Legambiente, Ordine Architetti PPC di Roma e Casa dell’Architettura di Roma, Facoltà di Architettura di Roma Tre nell’ambito della 2° Biennale dello Spazio Pubblico.


Il concorso è diviso in due sezioni:
Spazi aperti (parchi, giardini, piazze, strade ecc.);
Edifici ad uso collettivo (centri sociali, spazi per la cultura, l’educazione ecc.).

 

Il concorso mira a mettere in luce le concrete realizzazioni di spazi pubblici che hanno dato riscontri positivi in termini di fruizione, funzionalità, intensità di frequentazione, gradimento da parte dei cittadini, gestione e contenimento dei costi manutentivi. Tali realizzazione dovranno essere documentate per un ciclo di vita di almeno tre anni.
Le opere realizzate saranno valutate anche alla luce dei piani urbanistici, dei programmi specifici e delle procedure amministrative adottate al fine di assicurare spazi pubblici adeguati al contesto fisico, sociale e culturale.
L’esperienza progettuale e gestionale presentata deve riguardare opere realizzate e collaudate prima del 31 dicembre 2009.

 

Possono partecipare al concorso le Pubbliche amministrazioni locali (Comuni e Provincie), i progettisti delle opere e le associazioni di cittadini, comitati civici o consorzi di operatori che hanno in cura lo spazio pubblico. Data la complessità degli aspetti che si vogliono mettere in luce, i tre soggetti (amministrazione, progettisti, gestori) dovranno presentare unitariamente il caso di studio e, in piena autonomia, decidere chi dei tre sarà capofila nella presentazione del caso. Qualora non sia presente uno dei tre soggetti perché oggettivamente assente (ad es. se l’Amministrazione gestisce in proprio lo spazio) il caso di studio sarà comunque accettato.

 

La scadenza per la partecipazione è il 31 marzo 2013.

 

Il concorso prevede che siano premiate 3 opere di progetto- realizzazione-gestione per ognuna delle due sezioni indicate. Le buone pratiche considerate migliori verranno premiate nel corso dell’evento conclusivo della Biennale dello Spazio Pubblico che avrà luogo a Roma dal 16 al 19 maggio 2013 in un workshop dedicato al tema del concorso.


Scarica il bando completo


Per ulteriori informazioni
Ufficio Organizzativo
Istituto Nazionale di Urbanistica – sezione Lazio
Piazza Farnese, 44 – 00186 Roma
Tel. 06 6832601| lunedì 16.00-18.30
E-mail: concomuni@biennalespaziopubblico.it
www.biennalespaziopubblico.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico