Progetto di architettura ricettiva per lo sviluppo turistico sostenibile

Lo studio di architettura Torrisi & Procopio Architetti ha progettato il chiosco galleggiante TST 01 nella nuova versione per laghi, una proposta rivolta al settore alberghiero e a quello della ristorazione, e, più in generale, come volano per lo sviluppo turistico di aree poco attrezzate.
Il chiosco galleggiante TST 01, raggiungibile esclusivamente con natanti, nasce dall’idea di poter godere di un servizio di ristoro e svago in ambiente acquatico; completamente indipendente dalla terraferma grazie all’utilizzo di pannelli fotovoltaici per l’accumulo di energia elettrica e semplici depuratori per l’approvvigionamento idrico, consente agli utenti che si muovono in barca la fruizione di un servizio indispensabile senza dover ormeggiare alle banchine dei porti, evitando così lunghe attese e manovre rese sempre più complicate dal sovraffollamento.

 

Il chiosco si propone, per la stagione estiva, come potenziale attrattiva e simbolo riconoscibile del luogo in cui viene ubicato. La sua particolare conformazione, con i moli d’attracco di circa otto metri, limita l’ormeggio a mezzi di contenute dimensioni, ma non preclude il godimento del sevizio a quei potenziali fruitori che, pur muovendosi con imbarcazioni più grandi, possono avvicinarsi con i propri tender, che per detto scopo rimane la tipologia più adatta.
Prerogativa di partenza del progetto è la totale autonomia per quanto riguarda la disponibilità d’acqua e la capacità energetica; l’obiettivo è quindi quello di poter disporre di acqua potabile a bordo evitando l’approvvigionamento da terra e, a parte le quantità strettamente necessarie, l’accumulo di scorte a bordo, che implica sovraccarico e disponibilità di spazio per i serbatoi. Stessi principi guidano le scelte riguardanti l’aspetto energetico, per il quale, in assenza dei motori che normalmente equipaggiano le imbarcazioni, si prevede l’utilizzo di soluzioni e tecnologie alternative ai tradizionali impianti elettrici. In entrambi i casi, cioè sia per gli impianti elettrici che per quelli idraulici, si è optato per soluzioni che mirano all’eliminazione dei rumori e delle emissioni inquinanti, nonché a un contenimento degli ingombri a bordo.

 

Per soddisfare il fabbisogno giornaliero di acqua potabile a bordo di un chiosco collocato in acque salate è previsto l’impiego di dissalatori a “osmosi inversa” di ultima generazione, poco ingombranti, silenziosi e dai bassi consumi energetici. Nella versione per laghi ci si avvale di depuratori.
Il fotovoltaico è la tecnologia scelta per l’approvvigionamento energetico. Nel chiosco, le celle fotovoltaiche sono collocate direttamente sui brise-soleil che schermano l’area del bancone e che, insieme alle lame in alluminio ed alla cupola, rappresentano gli elementi formalmente caratterizzanti del progetto.
Pur avendo una pianta circolare, il chiosco è stato pensato per avere un orientamento ben preciso rispetto ai raggi solari: questo orientamento viene dato proprio dall’andamento dei brise-soleil fotovoltaici che, visivamente assimilabili a delle vele o a degli spicchi, variano in dimensione e numero andando a decrescere a partire dalle fasce maggiormente esposte ai raggi (sud-est/sud-ovest) fino a quelle che nell’arco della giornata risultano essere meno ricettive (nord-ovest/nord-est). Come sistema alternativo, da impiegare in casi di emergenza, saranno utilizzati dei generatori portatili capaci di generare corrente grazie a un motore diesel o a benzina con serbatoio proprio. Si tratta di apparecchi molto compatti (poco più grandi di un bauletto termico), dal peso contenuto e dotati di silenziatore, per cui il loro funzionamento non implica presenza di fastidiosi rumori.

 

Il Chiosco Galleggiante TST 01 E è un disegno/modello comunitario registrato; il progetto, nella sua versione per laghi, è stato presentato lo scorso 13 luglio 2011 in occasione del 7° Luxury Day tenutosi al Borgo di Mustonate sul Lago di Varese ed è pubblicato su due numeri (Primavera ed Estate del 2011) della rivista Lake the Magazine.
Dal mese di settembre è in programma l’avvio degli studi di fattibilità per l’inserimento di alcuni esemplari del chiosco in determinate località.

 

Altre immagini del progetto

 

Per ulteriori informazioni
www.torrisi-procopio.com

 

Nell’immagine, vista esterna del chiosco galleggiante

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico