Progetto allestimenti fiere, Stanojevich Djordje vince Touch Fair Architecture

Con la proclamazione del progetto vincitore, che si è svolta venerdì 24 giugno, si è conclusa la prima fase del progetto Touch Fair Architecture, workshop di progettazione architettonica dedicata agli spazi fieristici promosso dallo IUAV di Venezia e Colorcom.

 

Per due mesi 140 studenti della Facoltà di Architettura, guidati dalla prof. Raffaela Laezza, hanno dato vita a un laboratorio per sperimentare nuovi linguaggi architettonici ispirati alla natura. Touch Fair Architecture rappresenta infatti uno dei primi concreti esperimenti di interazione tra mondo imprenditoriale e accademico, in particolare nel ramo dell’architettura applicata al mondo degli allestimenti fieristici.
I lavori degli studenti saranno in esposizione dal 10 al 14 settembre in occasione di VicenzaOro Choice di Fiera di Vicenza e dal 23 settembre a Riva del Garda Fiere e Congressi.
Dai 140 studenti chiamati a realizzare un padiglione espositivo modulare sono stati selezionati i 30 progetti migliori.
La Giuria ha valutato i lavori finalisti scegliendo il progetto vincitore del concorso e le due menzioni d’onore.
Le menzioni d’onore sono andate pari merito a:
– 2° premio Luca D’Agostin e Michael Strobelt; 
– 3° premio a Matteo Girolimetto e Flavia Toniolo.

 

Il vincitore
Il progetto vincitore è opera di Stanojevich Djordje con la seguente motivazione: “Per la continua sperimentazione e adesione ai temi dati e per l’alta capacità di tradurli in piano geometrico, costruttivo, compositivo, spaziale nel mantenimento di un lucido controllo del processo di formalizzazione”.
Nato in Serbia nel 1988, Stanojevich Djordje vive a Montecchio Precalcino in provincia di Vicenza. Ha frequentato l’Istituto Superiore per Geometri a Thiene. Ha terminato in questi giorni la Laurea triennale in Scienze dell’Architettura e per il futuro l’obiettivo è l’iscrizione alla laurea specialistica in architettura di interni e design a Milano. Ha scelto di partecipare a Touch Fair Architecture per poter utilizzare gli innovativi programmi software dedicati all’architettura e per poter ragionare sulle forme morbide della natura, grazie alla geometria vettoriale e sul concetto della modularità.
In passato ha partecipato a due concorsi, senza però arrivare al primo posto. Nel 2008 ha partecipato a “Lo Spirito di Stella – Concorso idee Autogrill 2008”, Concorso Internazionale di idee per la realizzazione di nuovi progetti inerenti al tema del “Progettare per tutti” per la progettazione della zona Ristorante Self Service all’interno dell’area di sosta Autogrill.  Nel 2009, invece, partecipa al concorso di design “Promosedia International Design Competition 2009” per il quale si richiedeva di produrre idee relative a una sedia per interni facendo uso del legno.

 

Nell’immagine di apertura Stanojevich Djordje

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico