Progettazione sostenibile. Melbourne Convention and Exhibition Centre

Il Melbourne Convention Centre, comprendente anche l’Hotel Hilton, è stato progettato da una joint venture tra lo studio di architettura Bagot Woods e NHArchitecture per il consorzio Plenary Group. Parte di un progetto di sviluppo a destinazione mista, il Melbourne Convention and Exhibition Centre è un complesso fondamentale per lo sviluppo e la crescita della città: situato in posizione strategica nel quartiere Southbank, fra il litorale, il porto e la zona dei dock lungo il fiume Yarra, il centro completa il progetto di sviluppo del distretto, cominciato vent’anni fa.
Di forma triangolare a riflettere i tre principali assi urbani di Melbourne, l’edificio, attraverso la facciata nord in vetro, rivela pubblicamente le attività e la vita che si svolgono all’interno del centro.

 

Nel cuore dell’edificio è collocata la grande e flessibile Plenary Hall, una sala multifunzionale con 5000 posti a sedere. Grazie alla pianta a ventaglio e libera da colonne, lo spazio può essere suddiviso in sale di diverse dimensioni a seconda del tipo di evento o attività che devono ospitare. Il foyer principale di 6500 mq circonda questa sala e funge da collegamento all’Exhibition Centre.
Nella fase di progettazione gli architetti NH Architecture & Woods Bagot hanno debitamente tenuto conto del contesto ambientale del sito, dell’inserimento nel tessuto urbano e delle esigenze funzionali miste (centro congressi ed esposizioni).

 

L’edificio, oltre che per la grande sala plenaria, si contraddistingue per la conformazione, simile a un origami, per la facciata in vetro alta 18 metri che consente un’ottima illuminazione naturale interna e la vista panoramica sul fiume e per il rivestimento in facciata e in copertura, per complessivi 16.000 mq, in zinco laminato VmZinc.
L’edificio ha ottenuto il  “Six Green Stars”, il più alto riconoscimento della certificazione Green Stars, presentando prestazioni ambientali e costruttive di elevato valore soprattutto per quanto riguarda le categorie energia, acqua, qualità degli ambienti interni e materiali. In particolare l’utilizzo dei profili a doghe VmZinc con finitura Anthra-Zinc, sistema di costruzione sostenibile e di lunga durata, ha contribuito in modo determinante per l’ottenimento della certificazione. L’utilizzo dello zinco laminato, materiale che non richiede manutenzione o sostituzioni, completamente riciclabile e che necessita di un consumo energetico ridotto per la sua produzione, è infatti un plus valore per gli edifici, molti dei quali vengono accreditati con la certificazione ambientale.

 

In Australia, il Melbourne Convention Centre, grazie al “Six Green Stars”, è risultato il vincitore della categoria “Edifici pubblici e progettazione urbana” del concorso americano per l’edilizia sostenibile “BPN Sustainability Award 2009”.

 

Per ulteriori informazioni
www.woodsbagot.com
www.vmzinc.it

 

Nell’immagine di apertura, vista esterna del Melbourne Convention and Exhibition Centre. © NH Architecture & Woods Bagot (woodsbagot.com)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico