Progettazione sostenibile, House H di Abiboo Architecture

Foto © João Morgado

(Read english text)
La House H, dello studio Abiboo Architecture, si trova in una zona esclusiva di Madrid. La casa, della superficie di 1500 metri quadri, costituisce la risposta alle ampie e diverse esigenze funzionali del committente, un sportivo noto a livello internazionale.

L’articolazione volumetrica è costruita come un processo di “crescita” in un ordine non gerarchico, in cui ogni spazi ha caratteristiche differenti ma uguale importanza.

La villa è progettata come una “spugna”, con micro-spazi progettati soprattutto in relazione alle esperienze sensoriali e inter-connessi l’uno all’altro.

Il piano terra presenta il programma funzionale tipico per una villa, con molti patii che fanno sembrare la casa più grande grazie alla sua integrazione con il sito. Il primo piano comprende spazi per uffici, camere per gli ospiti e un’area giochi. Il piano interrato comprende spazi privati, quali sale di meditazione, palestra, Spa, e spazi di socializzazione, quali aree per feste e lounge.

La discontinuità che caratterizza la casa si espande dall’interno all’esterno, attraverso i diversi materiali utilizzati per le facciate. Gli spazi secondari presentano facciate in calcestruzzo a vista, mentre le aree della zona giorno, collocate al centro della pianta, sono in stucco e vetro. La zona notte, infine, è caratterizzata dall’esterno da una facciata ventilata metallica che riflette la luce e crea un netto contrasto tra i diversi materiali utilizzati.

L’impegno ambientale del progetto è evidente non solo nell’utilizzo di materiali eco-compatibili, ma anche nella particolare attenzione alle strategie passive, che sfruttano l’irraggiamento solare, la luce naturale e il vento.

Il progetto sfrutta il micro-clima locale attraverso i patii, la ventilazione naturale e le soluzioni per la gestione dell’acqua e si avvale di soluzioni ambientali attive, quali le pompe di calore geotermiche che riducono considerevolmente il consumo di CO2.

Abiboo Architecture è uno studio con sede a New York, Madrid e Chennai (India). Attraverso processi di progettazione innovativi, attenzione ai dettagli, grande interesse per le tecnologie costruttive e per i confini tra teoria e pratica, lo studio è specializzato in architettura, urbanistica e Interior Design. Abiboo Architecture sta attualmente sviluppando progetti a diverse scale in quattro continenti, combinando la creatività e la passione latina, il rigore tecnico anglosassone e la rapida espansione globale che i paesi emergenti offrono.

Lo studio è guidato da Alfredo Munoz, architetto spagnolo e membro dell’American Institute of Architects. Il suo lavoro si concentra sullo sviluppo di processi integrati, intersecando arte, ingegneria e un approccio sensoriale all’architettura e all’antropologia. Prima di fondare Abiboo Architecture, Alfredo Munoz ha lavorato in Europa, Medio Oriente, India, Giappone e USA per architetti di fama internazionale come Campo Baeza (Spagna), Inaki Abalos & Juan Herreros (Spagna), Toyo Ito (Giappone) e Skidmore, Owings and Merrill – SOM (USA) su grandi progetti in tutto il mondo. È stato Visiting Professor presso l’European University di Madrid e ha tenuto conferenze alla Columbia University di New York, University of Pennsylvania, l’Università di Pescara, lo Stockholm Royal Institute of Technology e la Tongji University di Shanghai.

 

SCHEDA PROGETTO
House H

Localizzazione
Madrid, Spagna

Progettista
Alfredo Munoz-Herrero

Project manager
Carlos Garcia

Team di progettazione
Ronan Bolaños, Felipe Samarán, Jesus Amezcua, Delia Rodriguez, Oscar Hernando, Luis Rocca, Daniel Jimenez, Carla Anton, Jordi Mas, Manel Rio, German Gil, Emiliano D’Incecco, Rodolfo Pomini, Jesus Reyes, Ivan Sanchez, Mariluz Jimeno, Cristina Domecq

Strutture
Abiboo Architecture & Jorge Torrico + Alvaro Ruiz

Superficie
1300 mq

Completamento
Aprile 2015

Fotografie
João Morgado | Architecture Photography
www.joaomorgado.com

 

Per ulteriori informazioni
www.abiboo.com

 

— english text

House H is located in an exclusive area in Madrid. The house has a floor area of 16,145 sq. ft. (1.500 m2) and is the answer to the broad and diverse functional needs of the client, a well-known international sportsman.

In the residence, growth occurs in a non-hierarchical order, each space has different characteristics but similar importance. The villa is designed as a sponge, with multiple micro-spaces designed especially in relation with sensorial experiences and inter-related to each other.

The ground floor has the typical program associated with a villa along with many patios that make the house look bigger due to its integration with the site. The first floor includes spaces like office, guest rooms and play area. The basement includes spaces associated with oneself (meditation rooms, gym, spa) and with others (party areas and lounges).

The discontinuity expands from the inside to the materiality of the facades. The secondary areas are built with a façade in exposed concrete, while the day spaces in the center of the floor plan are in stucco and glass. Finally the night areas are shown to the outside in a metallic ventilated façade that reflects the light and create a strong contrast between all the different materials used.

The environmental commitment of the project is noticeable not only in the use of eco-friendly materials; the villa also pays special attention to passive strategies that respond to sun radiation, natural light and wind. The design leverages the local micro-climate through the existence of patios, water bodies, natural ventilation strategies and water management solutions while takes advantage of active environmental solutions such as the use of geothermal heat pumps that reduce considerably the CO2 consumption.

From the Architects

 

PROJECT DATA
House H

Location
Madrid, Spain

Architect
Alfredo Munoz-Herrero

Project manager
Carlos Garcia

Design team
Ronan Bolaños, Felipe Samarán, Jesus Amezcua, Delia Rodriguez, Oscar Hernando, Luis Rocca, Daniel Jimenez, Carla Anton, Jordi Mas, Manel Rio, German Gil, Emiliano D’Incecco, Rodolfo Pomini, Jesus Reyes, Ivan Sanchez, Mariluz Jimeno, Cristina Domecq

Structures
Abiboo Architecture & Jorge Torrico + Alvaro Ruiz

Area
1300 mq

Completion date
April 2015

Photography
João Morgado | Architecture Photography
www.joaomorgado.com

 

For further information
www.abiboo.com

 

 

Nell’immagine di apertura, vista esterna della House H. Foto © João Morgado.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico