Progettazione partecipata, in mostra Case-studio per artigiani

Inaugura oggi, giovedì 5 marzo 2015, presso Le Murate di Firenze, Case-studio per artigiani, la mostra dedicata all’interazione che per alcuni mesi è avvenuta fra la comunità degli artigiani fiorentini e gli studenti della Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze.

 

Nell’ambito di un percorso espositivo popolato dai prototipi delle case-studio che gli studenti di Labaula4 – Laboratorio di Progettazione Architettonica I hanno realizzato in sinergia con gli artigiani locali, veri e propri committenti, la mostra racconta il dialogo fra i futuri architetti e una categoria centrale per il tessuto creativo della città che da troppi anni vive un periodo di crisi. “L’iniziativa ha permesso agli studenti del primo anno di architettura di calarsi a pieno nelle botteghe artigiane fiorentine, una tipica realtà che ha caratterizzato per secoli la struttura urbana  della città, mettendo in pratica le conoscenze teoriche apprese durante i vari incontri con gli artigiani“, racconta Giovanni Bartolozzi, il docente del corso di Progettazione Architettonica I che ha guidato Labaula4 durante il percorso di formazione.

 

Il gruppo di studenti ha bussato alle porte di orafi, scultori, incisori, intagliatori, cuochi, liutai, sarti, birrai, chiedendo loro “come vorrebbe che fosse la sua casa-studio?”. E così, nell’ottica di una progettazione partecipata, i futuri architetti hanno appuntato le esigenze e i desideri di ideali committenti, stabilendo un rapporto nel quale gli artigiani hanno contribuito a energizzare le idee dei giovani studenti e questi ultimi hanno dato modo agli ai primi di esprimere la loro visione di casa-studio.

 

Le case-studio, che rimanendo in tema con l’artigianato si potrebbero definire dei veri e propri “progetti sartoriali”, sono inseriti nel contesto urbano del Lungarno Cellini e dimostrano che gli spazi nel tempo possono trasformarsi in funzione dei desiderata di chi li vive, in questo caso gli artigiani. Gli spazi si evolvono e oggi assumono caratteristiche formali e funzionali sensibili al linguaggio della contemporaneità. Non è un caso, del resto, che a ospitare la mostra siano Le Murate, ex monastero divenuto poi struttura carceraria e oggi finalmente aperto alla città grazie al progetto di riconversione che ha dato vita a un complesso di edilizia residenziale pubblica. I luoghi si modificano in funzione dell’evoluzione della società e delle trasformazioni della città. E l’architetto deve essere pronto a intercettare questi cambiamenti e a discuterli con i protagonisti dei cambiamenti stessi.

 

L’iniziativa ha il merito di aver portato la didattica fuori dalle aule universitarie e di aver condotto gli studenti a sperimentare le reali dinamiche che si instaurano fra progettista e committente. Il mondo universitario e il settore dell’artigianato hanno in comune la volontà di sperimentare, di produrre un pensiero originale, di contribuire all’evolversi della cultura progettuale in senso lato. Due motori di avventura creativa, quindi, che se uniscono le forze, come in questo caso, non possono che arricchirsi vicendevolmente e contribuire a generare nuove visioni.


Scarica il flyer della mostra


SCHEDA EVENTO
Case-studio per artigiani

a cura di Labaula4


Luogo
Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze


Inaugurazione
giovedì 5 marzo 2015 | ore 18.00


Periodo mostra
dal 5 al 20 marzo 2015


Orari
da martedì a sabato | 14.00-20.00


Per ulteriori informazioni
E-mail: info.pac@muse.comune.fi.it
www.lemuratepac.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico