Progettazione architettonica e pianificazione urbana, una conferenza e una mostra sulla Kinetic City

Rahul Mehrotra concluderà, il prossimo 5 febbraio 2013, il ciclo Urban Landscapes – Indian Case Studies con la conferenza e mostra The Kinetic City. Nel corso del programma, centrato sull’India e su quello che viene usualmente definito “informal ubanism”, sono state esaminate alcune delle conseguenze del masterplanning formale e top-down nelle desolate “New Towns” di Delhi, attraverso gli occhi di fotografi contemporanei.

 

Rahul Mehrotra prenderà in considerazione alcune forme alternative di urbanizzazione nonché le strategie compensatorie di alcuni dei problemi derivanti dall’imposizione di visioni spaziali iper-determinate, un tema già trattato da altri ospiti del programma. All’Accademia Britannica di Roma sarà presentata per la prima volta la sua nuova ricerca sulla Kinetic City, per promuovere una discussione sulle sue implicazioni nella progettazione architettonica e sul futuro della pianificazione urbana in generale.
Dopo la conferenza di Rahul Mehrotra, introdotta da Pippo Ciorra, si terrà l’inaugurazione della mostra.

 

Oggi le città indiane comprendono due componenti che occupano lo stesso spazio fisico. La prima, che potrebbe essere definita la Static City, è costituita da materiali più permanenti – cemento, acciaio e mattoni. Si tratta della concezione bidimensionale che compare sulle cartine tradizionali, e la sua presenza è monumentale. L’altra è la Kinetic City. Incomprensibile come entità bidimensionale, essa viene percepita come una città in movimento, un costrutto tridimensionale in progressivo sviluppo. La Kinetic City ha una natura temporanea, ed è spesso costruita con materiali riciclati – fogli di plastica, rottami metallici, tela e legname di scarto. Si modifica e si reinventa costantemente. La Kinetic City non viene percepita in termini architettonici, ma piuttosto in termini di spazi e modelli di occupazione. Si tratta di un’urbanizzazione indigena con la sua particolare logica ‘locale’” (Rahul Mehrotra).

 

Mercoledì 6 febbraio 2013, dalle 9.00 alle 11.00, Rahul Mehrotra incontrerà gli studenti di architettura al MAXXI B.A.S.E.
Il prossimo programma “L’Architettura e i processi creativi” avrà inizio in estate 2013.


Rahul Mehrotra è architetto praticante, urbanista ed educatore. Presso la Graduate School of Design dell’Harvard University, è docente di Progettazione urbana e di Urbanistica e direttore del Dipartimento di Pianificazione e Progettazione urbana, nonché membro del comitato direttivo dell’Harvard’s South Asia Initiative. Lo studio di Mehrotra, RMA Architects, ha sede a Mumbai. Fondato nel 1990, ha eseguito un gran numero di progetti in tutta l’India, che vanno dalla progettazione d’interni all’architettura urbanistica, alla conservazione e alla pianificazione.
Mehrotra è membro del consiglio di amministrazione dell’Urban Design Research Institute (UDRI) e di Partners for Urban Knowledge Action and Research (PUKAR), entrambe con sede a Mumbai, ed ha scritto e tenuto numerose conferenze sull’architettura, la conservazione e la pianificazione urbana
.


SCHEDA EVENTO
Indian Case Studies


Rahul Mehrotra
The Kinetic City


Luogo
Accademia Britannica di Roma
via Gramsci 61


Data
martedì 5 febbraio 2013


Orario
ore 18.00


Inaugurazione mostra
martedì 5 febbraio 2013 | ore 19.30


Periodo mostra
dal 5 febbraio al 26 febbraio 2013


Orari
da martedì a sabato | 16.30-19.30


Programma d’Architettura, Accademia Britannica di Roma, a cura di Marina Engel


Partners evento
American Academy in Rome
Architectural Association, London
Domus
MAXXI – Museo Nazionale delle arti del XXI secolo


Per ulteriori informazioni
Tel.  06 3264939
www.bsrome.it

 

Nell’immagine di apertura, The immersion of the Ganesh idols at Chowpatty Beach, Mumbai. Foto © Rahul Mehrotra

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico