Professionisti del patrimonio culturale, gli Stati generali 2012 per una Cultura sostenibile

Il concetto di sostenibilità, oggi più che mai, sembra potersi declinare negli ambiti più diversi del sistema: si parla di architettura sostenibile, di sostenibilità dell’ambiente, ma anche più in generale di Cultura sostenibile.

 

La federazione MAB, Musei Archivi Biblioteche, creata nel 2011 dalle Associazioni rappresentative di Musei (ICOM – International Council of Museums), Archivi (ANAI – Associazione Nazionale Archivistica Italiana) e Biblioteche (AIB – Associazione Italiana Biblioteche), si è data appuntamento a Milano, ieri giovedì 22 e oggi venerdì 23 novembre, per discutere proprio di Cultura sostenibile.
L’occasione? Gli Stati generali dei professionisti del patrimonio culturale, una due giorni aperta al pubblico tra dibattiti e tavole rotonde, per rinsaldare il fronte di chi opera quotidianamente nel mondo della cultura con l’intenzione di presentarsi come un soggetto ‘politico’ unitario, in grado di offrire delle proposte concrete e propositive per superare la crisi.

 

Alberto Garlandini, presidente di ICOM Italia, spiega così il concetto di sostenibilità: “Sono sostenibili nel tempo le infrastrutture culturali che sanno cambiare.  I musei e gli altri istituti culturali servono se aiutano le comunità a far fronte alle rivoluzioni dei nostri tempi, la globalizzazione, le nuove tecnologie della comunicazione, lo sviluppo della società della conoscenza e  dell’immateriale. I musei proiettati nel futuro sono quelli che sanno essere glocal, locali e globali al tempo stesso, che sono ben radicati nel loro territorio e al contempo sono capaci di essere un ponte di comunicazione tra le loro comunità e il mondo che cambia. Non c’è futuro per il sistema culturale italiano se non riusciamo a valorizzare il capitale di intelligenze e di entusiasmo che lavora su basi professionali e volontarie negli istituti della cultura”.

 

Nelle due giornate, durante le quali interverranno anche i presidenti di ANAI, Marco Carassi, e di AIB, Stefano Parise, si discute di come valorizzare il capitale umano nel settore dei beni culturali, di sistemi culturali integrati a livello territoriale e nazionale, di fiscalità per la cultura, del riconoscimento delle professioni culturali, del patrimonio culturale nella rete, e di come collaborare in caso di emergenze e disastri ambientali.
Tra gli appuntamenti da non perdere la tavola rotonda di venerdì 23 giugno dal titolo: “Agenda per un futuro sostenibile: le proposte dei professionisti alle istituzioni”, con gli interventi di Paolo Peluffo, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio; Manuela Ghizzoni, Presidente della Commissione Cultura della Camera; Mario Caligiuri, Delegato per la cultura della Conferenza delle Regioni; Marisa Valagussa, in rappresentanza di Valentina Aprea, Assessore alla Cultura della Regione Lombardia; Graziano Delrio, Presidente ANCI; Roberto Cecchi, Sottosegretario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, oltre ai presidenti delle Associazioni organizzatrici.

 

Per informazioni
www.mab-italia.org

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico