Presentazione XI Laboratorio Progettuale di Bioarchitettura

Grande successo di pubblico alla presentazione della 11esima edizione del Laboratorio Progettuale di Bioarchitettura, svoltasi lo scorso 2 marzo presso la Casa dell’Architettura – Acquario Romano a Roma.

Il Laboratorio, unico in Italia nel suo genere, è organizzato dall’Istituto Nazionale di Bioarchitettura e coinvolge docenti di importanza internazionale (quali Lucien Kroll, architetto e urbanista di Bruxelles, considerato il padre della progettazione partecipata, Lucien Steil, dell’Università di Notre Dame, Roma e Carlo Monti del DAPT Università di Bologna, Facoltà d’Ingegneria) per la formazione e la qualificazione professionale di progettisti, tecnici e funzionari, fornendo indicazioni operative sull’impostazione e la gestione di progetto secondo parametri di ecosostenibilità e biocompatibilità, con un occhio di riguardo alle reali esigenze della popolazione locale, espresse in incontri di partecipazione attiva con cittadini, associazioni, amministrazioni e scuole.
Oggetto del Laboratorio di Bioarchitettura 2010 sarà la riqualificazione di un’area dimessa, adiacente al centro del nucleo storico di Oriolo Romano (Viterbo), rispettando le caratteristiche ecologiche, ovvero: attenzione assoluta al contesto, utilizzo di materiali e tecnologie a basso impatto ambientale, interventi puntuali in grado di innescare riflessi positivi a livello territoriale, ampia libertà propositiva da coniugare con realizzabilità della proposta.

Alla conferenza di presentazione, alla presenza di numerosi interessati, hanno partecipato il Presidente della Provincia di Viterbo, Alessandro Mazzoli, l’Assessore all’Ambiente Tolmino Piazzai, il Sindaco di Oriolo Romano, che hanno ribadito l’importanza da parte delle Amministrazioni di sostenere una nuova edilizia più attenta alle reali esigenze della comunità. Gli organizzatori dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura, tra i quali Annalisa Laurenti, presidente della sezione di Viterbo, hanno sottolineato che la scommessa del Laboratorio sarà quella di trasformare un’area attualmente abbandonata, confinante con il centro urbano del comune, in un vero pezzo di quartiere ecologico ricco di residenze, negozi, uffici, spazi verdi, corsi d’acqua; i singoli manufatti, frutto di considerazioni bioclimatiche, energetiche, di oculato utilizzo delle risorse e dei principi della vivibilità, comporranno un disegno complessivo capace di porsi in armonia con il genius loci del paese.

Il Laboratorio di Bioarchitettura con sede ad Oriolo avrà inizio il 23 aprile 2010. Le iscrizioni sono aperte fino al 5 aprile.

Per informazioni:
Istituto Nazionale di Bioarchitettura
www.bioarchitettura.it
bioa@bioarchitettura.org
Tel. 0471.973097

Nell’immagine, le Olmate, Oriolo Romano (Viterbo)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico