Premio Urbanistica, i nove progetti vincitori

Nove progetti vincitori nella quinta edizione del premio “Urbanistica”. Il concorso, indetto dalla rivista scientifica dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, dal 2006 seleziona ogni anno i progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo, l’evento nazionale di riferimento per il marketing urbano e territoriale.

 

I vincitori vengono individuati tramite un referendum che coinvolge i  visitatori della rassegna, chiamati ad esprimere in forma anonima una preferenza per ciascuna delle tre sezioni previste:
– “Inserimento nel contesto urbano”;
– “Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici”;
– “Equilibrio degli interessi”.

 

La votazione svoltasi nell’edizione 2010 di Urbanpromo ha visto prevalere, nella sezione “Inserimento nel contesto urbano”, il Comune di Prato con un progetto di rigenerazione complessiva del Macrolotto zero, un quartiere industriale che sta assumendo rapidamente una nuova identità sociale; la Regione Umbria con il processo di formazione del Quadro Strategico di valorizzazione, strumento di programmazione degli interventi da parte della collettività locale del centro storico; il progetto di recupero e valorizzazione del centro storico del Comune di Sant’Egidio, in provincia di Salerno, messo a punto dal team guidato dall’ing. Rosario Sabbatino.

 

I vincitori della sezione “Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici” sono: il Comune di Bari con il programma di riqualificazione del centro e delle periferie che utilizza risorse sia pubbliche che private; la Regione Piemonte con il rinnovamento di un piano di interventi della programmazione territoriale del commercio; la Comunità Montana Vallo di Diano con il progetto complesso che istituisce la “Città del Vallo” coinvolgendo 15 comuni e attuando le indicazioni strategiche del Piano territoriale di coordinamento della Provincia di Salerno.

 

Infine, nella categoria “Equilibrio degli interessi”, hanno prevalso: la Regione Emilia-Romagna che, assieme ad altri enti pubblici e privati, ha presentato “Motor Valley”, un progetto di marketing territoriale che ha l’obiettivo di valorizzare la tradizione e il patrimonio della terra dei motori per eccellenza; la Città di Belfast con un vasto programma di rigenerazione urbana che si avvale sia dell’intervento pubblico che di contributi privati, bilanciandoli e innescando un processo virtuoso di riqualificazione; il Comune di Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina, che ha presentato il piano strategico assieme al piano integrato di Sviluppo Territoriale.

 

La premiazione dei nove progetti avrà luogo, in un’apposita cerimonia, nel corso della giornata inaugurale dell’ottava edizione di Urbanpromo, il prossimo 9 novembre, a Bologna. Dopo sette anni a Venezia, l’evento organizzato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit trasloca nel capoluogo emiliano. Ad ospitarlo saranno la splendida Basilica di Santo Stefano (detta anche delle Sette Chiese), Palazzo Isolani e l’Urban Center della Salaborsa – Auditorium Enzo Biagi, presso Palazz D’Accursio. L’evento di Bologna sarà preceduto da una preview, il 13 e il 14 ottobre, a Torino, a Villa Gualino. La due giorni torinese sarà dedicata interamente al social housing.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico