Premio IQU 9, Riqualificazione di Piazza Guido da Montefeltro Giardino dei Musei

Progettazioni Architettura – Riqualificazione di Piazza Guido da Montefeltro Giardino dei Musei

Referente progetto: Forlì Mobilità Integrata

 

Scarica la scheda del progetto

 

Il progetto si pone l’obbiettivo di riqualificare un’area all’interno al centro storico della città di Forlì che ha subito diverse trasformazioni urbane, da spazio monastico dedito alla coltivazioni ortiva, ad area industriale, per arrivare infine a opera d’autore (M.Sacripanti) destinata alla sosta per autoveicoli a servizio del centro storico. Quest’ultima soluzione non è mai stata accettata dalla vita della città.

 

Preso atto del valore intrinseco dell’opera di Sacripanti e facendo ormai parte della storia della città, si è individuata una strategia di intervento in grado sia di trasformare la sua opera ma anche di valorizzarla e integrarla alla sua nuova funzione.

 

Il complesso monastico del San Domenico è stato riqualificato e trasformato in museo nel 2005. L’insediamento di questa nuova funzione ha messo in evidenza il contrasto tra il nuovo polo museale e l’attuale stato di conservazione del parcheggio di Sacripanti realizzato in adiacenza.

 

Esso si struttura su due aree principali: un parcheggio seminterrato con copertura terrazzata e uno spazio di sosta a raso all’aperto. La prima, soprannominata “barcaccia” per via della sua forma architettonica che ricorda la chiglia di una nave, si insedia ai piedi del complesso museale. Di fronte ad essa alla sua quota di calpestio, più bassa di quella dell’ingresso del polo museale, si estende l’area di sosta all’aperto. Essa è caratterizzata da tre corsie viabili su tre differenti livelli di quota.

 

La soluzione “smart” concepita si basa su un progetto integrato del comparto del tessuto urbano andando a intervenire su: mobilità, sosta e rigenerazione architettonica con l’obbiettivo di recuperare spazialità e socialità eliminando la presenza dell’automobile aumentando lo spazio vivibile.

– Vista la riduzione della capacità di sosta del nuovo intervento si realizza un nuovo parcheggio pluripiano reversibile a destinazione garage in affitto o in vendita per residenti nelle immediate vicinanze del polo museale in via Romanello andando a integrare un servizio alla residenza.

– Il progetto “Giardino dei Musei” si inerisce all’interno della rete verde urbana ampliandola con una piazza giardino in permacoltura. Per la sua realizzazione si ipotizza l’interramento di tutto il parcheggio a raso con una sezione a forma convessa per consentire il superamento del dislivello esistente fra le due parti, realizzando così un’archeologia moderna, riscopribile in futuro. In particolare la nuova “piazza verde” sarà il centro di congiunzione tra i poli museali e espositivi: la Fabbrica delle Candele, il museo San Domenico e il Palazzo Romagnoli

– Per migliorare la fruizione del museo, da parte dei visitatori provenienti da altre città, si posiziona un’area di accoglienza composta da un parcheggio di servizio per l’arrivo dei pullman oltre ad un area di sosta per autoveicoli con integrazione di bike sharing e ricarica elettrica.

– Per donare al museo un sistema polifunzionale per attività didattico espositive, ludiche e ricreative si rigenera il parcheggio seminterrato e la terrazza della “barcaccia” per integrare gli eventi del polo museale per e rendere il museo stesso parte attiva della città. 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico